Danni agli allevatori, la Coldiretti soccorre gli allevatori della Lunigiana

Arrivano gli indennizzi per i danni dei predatori all'attività zootecnica. Da lunedì 13 ottobre al prossimo fino al 14 novembre 2014 per gli allevatori lunigianesi che hanno subito danni da predazione tra il 1 gennaio ed il 31 ottobre dell'anno in corso, sarà possibile inoltrare la domanda attraverso il sistema informatico di Artea, l'agenzia regionale della Toscana.

Sabato, 11 Ottobre 2014 10:16
Per Coldiretti Massa Carrara si tratta di un primo sostegno importante all'attività zootecnica promesso e mantenuto dalla Regione Toscana che però non risolve il problema della presenza numerosa dei lupi in particolari zone montane dove negli ultimi anni, ed anche negli ultimi mesi, gli attacchi sono stati numerosi. L'esempio più doloroso e recente a Zeri con l'uccisione di 13 pecore.

Secondo Coldiretti, in tutta la regione solo nel 2013, sono state uccise almeno 700 pecore, ma anche capre, puledri, vitelli e mucche che sono stati compresi tra le tipologie di animali riconosciute dal bando.

Gli allevatori potranno presentare domanda per eventi che siano stati certificati da veterinari Usl e che siano compresi fra il 1 gennaio e il 31 ottobre 2014 e abbiano determinato la morte o il ferimento grave di uno o più capi allevati. Entro il 30 novembre dovrà essere completata l'istruttoria delle domande, verificati i requisiti, e pronunciata l'ammissibilità. Quindi sarà stilata la graduatoria e si procederà alla liquidazione. La misura all'interno della quale sono contenute le risorse è la F.1.14 per la prevenzione e riduzione delle predazioni in Toscana.

L'indennizzo è concesso per i danni diretti (capo predato), e indiretti o indotti sui capi predati individuati nella perdita di produzione di latte e di carne, o in caso di aborti, ma anche sull'intera unità produttiva calcolati in via forfettari. Il contributo complessivo del danno indiretto non potrà mai essere superiore al triplo dell'indennizzo del danno diretto, inoltre il contributo è rapportato agli aiuti in "de minimis" che per le aziende agricole è pari a 15mila euro nell'arco di un triennio. Coldiretti ricorda infine che è già possibile fare richiesta per ottenere i contributi allo smaltimento delle carcasse degli animali morti in azienda: le domande dovranno essere presentate entro il 30 novembre 2014.

Per informazioni e maggiori dettagli Coldiretti invita a rivolgersi alla sede più vicina oppure a contattare la segreteria provinciale allo 0585-43852.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Coldiretti

Via XXIV Maggio,
19124 La Spezia

Tel. 0187 736041

www.laspezia.coldiretti.it/

Ultimi da Coldiretti

Cercare di tornare alla normalità per non danneggiare le aziende del territorio e l'immagine turistica conquistata dalla Liguria negli anni. Leggi tutto
Coldiretti
L'annuncio di Coldiretti Liguria. Leggi tutto
Coldiretti

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa