Confartigianato Costruzioni avverte: "È crisi profonda" In evidenza

In Italia comprare casa con un mutuo è sempre più caro: a maggio 2012 il tasso medio d'interesse sui prestiti alle famiglie che vogliono acquistare un'abitazione si attesta al 4,12%, con un aumento di 103 punti base rispetto ad un anno fa. Non c'è da stupirsi quindi se le compravendite immobiliari languono: nel primo semestre del 2102, infatti, hanno registrato un crollo di quasi il 20%.

Lunedì, 20 Agosto 2012 13:11

La rilevazione è dell'Ufficio studi di Confartigianato che mette in luce la profonda crisi del settore delle costruzioni determinata dagli scarsi investimenti pubblici e privati. Le cifre parlano chiaro: tra giugno 2011 e giugno 2012 le imprese del settore costruzioni, pari a 899.602, sono diminuite dell'1,36%. In calo anche le imprese artigiane, che sono la fetta più consistente del settore edile, il 64,2% del totale. Negative le conseguenze sull'occupazione: tra giugno 2011 e giugno 2012 è diminuita del 5,1%, pari a 97.800 posti di lavoro in meno. Dati ancora più pesanti nella nostra provincia.

La lunga fase di discesa della produzione nelle costruzioni mostra i suoi effetti sull'andamento del valore aggiunto reale che, dal 2008 ha iniziato a scendere. La crisi delle costruzioni è fortemente influenzata dall'andamento degli investimenti fissi lordi: nel 2012 la dinamica degli investimenti nelle costruzioni segna una flessione tendenziale del 5,2%. Sul fronte degli investimenti pubblici, nel 2011 la spesa dello Stato in edilizia è stata pari a 25,8 miliardi, vale a dire il 12,6% in meno rispetto al 2006. "Le imprese del settore costruzioni – denuncia Paolo Figoli, Presidente di Confartigianato Costruzioni – sono strette in una morsa fatta di scarso credito bancario con tassi in aumento e da tempi di pagamento sempre più lunghi. Ad aprile 2012 lo stock di prestiti alle costruzioni è in calo del 5% rispetto a giugno 2011 con le sofferenze lorde in crescita a maggio 2012 del 27,2% su base annua e più che raddoppiate rispetto a maggio 2010. E i tempi di pagamento da parte dei committenti pubblici e privati sono superiori di 42 giorni rispetto alla media europea". "La situazione – sottolinea il Presidente Figoli – è drammatica. Se non si adotteranno al più presto soluzioni, migliaia di piccole imprese rischiano la chiusura e migliaia di lavoratori perderanno il posto". E' indispensabile velocizzare i tempi dei pagamenti, ridurre gli iter burocratici per coloro che vogliono costruire o ristrutturare immobili, ripensare le funzioni e l'organizzazione degli enti bilaterali del settore per alleggerire i costi per le imprese e migliorare i servizi resi ai lavoratori e al sistema in generale.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Confartigianato

Via Fontevivo, 19
19125 La Spezia
Tel: 0187 286611

Email: segreteria@confartigianato.laspezia.it

www.confartigianato.laspezia.it/

Ultimi da Confartigianato

Figoli (Confartigianato): "Rallenta appalti: 7 mesi in più di media Ue" Leggi tutto
Confartigianato
L'inizio del corso è previsto per il 22 febbraio. Leggi tutto
Confartigianato

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa