Appello del Segretario Regionale e Provinciale del SUNIA Franco Bravo

Appello del Segretario Regionale e Provinciale del SUNIA Franco Bravo ai Prefetti della Liguria ed ai Sindaci dei comuni ad alta tensione abitativa.

Sabato, 02 Novembre 2013 15:23
Il Parlamento ha approvato la legge che istituisce un fondo per gli inquilini morosi e che dà ai Prefetti il potere di graduare gli sfratti per morosità incolpevole.

Per accedere al fondo è necessario che i Comuni interessati abbiano attivato bandi o avviato procedure amministrative finalizzate a dare un sostegno a coloro che si trovano in una situazione di morosità incolpevole.

La nuova legge dà ai Prefetti la possibilità di graduare gli sfratti per morosità incolpevole, ma sia il fondo che la graduazione degli sfratti valgono solo per i Comuni ad alta tensione abitativa che nella nostra Regione sono:

Nella Provincia di Genova: Chiavari, Genova, Rapallo

Nella Provincia di Imperia: Bordighera, Camporosso, Diano Marina, Imperia, San Remo, Taggia, Vallecrosia, Ventimiglia

Nella Provincia della Spezia: Arcola, La Spezia, Ortonovo, Santo Stefano di Magra

Nella Provincia di Savona: Albenga, Savona

E' importante ricordare che in Liguria nel 2012 gli sfratti per morosità sono stati a Genova 1288,ad Imperia 340,alla Spezia 198,a Savona 180 e che nel 2013 molto probabilmente la situazione si è ancora aggravata.

Concretamente nella nostra regione abbiamo oltre 2000 famiglie che ogni anno ricevono lo sfratto per morosità di cui,una parte seppur minima, ora non potrà beneficiare della legge perché non residente in un comune ad alta tensione abitativa.

Come si vede la legge non è uguale per tutti,neppure di fronte ad una crisi economica che non conosce confini e nonostante le nostre richieste di estenderla a tutti i cittadini.

Sarebbe davvero preoccupante se i Comuni interessati non si attivassero immediatamente per giocarsi questa opportunità offerta dalla legge e se i Prefetti, in attesa che il Governo stabilisca criteri per l'individuazione della morosità incolpevole e la ripartizione delle risorse, non attivassero subito tavoli provinciali per la graduazione degli sfratti.

Confidiamo che questo nostro appello non rimarrà inascoltato.Nel frattempo invitiamo tutti gli sfrattati per morosità a presentarsi presso le sedi provinciali del SUNIA della Liguria per verificare la propria situazione ed avviare domanda finalizzata all'ottenimento di quanto previsto dalla legge.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sunia

Continua la mobilitazione sindacale per chiedere al Consiglio Regionale la modifica della proposta di Legge presentata dall’Assessore Scajola e che prevede fra l’altro:

  1. -L’Introduzione di un termine alla durata del contratto
  2. Forte aumento dell’affitto per chi supera del 50% il limite di accesso
  3. -La soppressione della tutela che prevede di non considerare per dieci anni il reddito dei figli per la decadenza
  4. -La sublocazione per chi è incolpevolmente moroso invece di riconoscergli un sostegno economico
  5. La vendita delle case sfitte nelle zone di pregio e quindi una riduzione del numero delle case popolari
  6. -L’introduzione di un limite ‘’ irragionevole’’ di 10 anni e 5 anni di residenza  per poter partecipare ai bandi per italiani e non comunitari

SUNIA SICET UNIAT CGIL CISL  UIL IL GIORNO 22 MAGGIO HANNO ILLUSTRATO ALLA 4 COMMISSIONE REGIONALE LE PROPRIE POSIZIONI E LE PROPRIE PROPOSTE

UNA LEGGE CHE VA CAMBIATA

LUNEDI’ 5 GIUGNO 2017 ORE 15,30

SALA DANTE

VIA UGO BASSI 4-LA SPEZIA

ASSEMBLEA DI TUTTI GLI INQUILINI DELLE CASE POPOLARI

Interverranno::

Avv. Antonella PORTONATO

Direttivo Provinciale SUNIA

Franco BRAVO

Segretario Generale Regionale e Provinciale del SUNIA

PARTECIPATE-PARTECIPATE

www.sunialaspezia.it/

Ultimi da Sunia

La richiesta di un impegno concreto e di confronto. Leggi tutto
Sunia
Sunia, Sicet e Uniat scrivono a Peracchini. Leggi tutto
Sunia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa