Hai lo sfratto: vieni al SUNIA

Il Senato ha varato la legge di conversione del DL 102, meglio noto come decreto IMU, approvando le modifiche introdotte dalla Camera dei Deputati sulle misure per la casa.

Sabato, 26 Ottobre 2013 12:49

Accogliendo in parte le richieste avanzate da SUNIA è stato aumentato il fondo di sostegno alla locazione, che negli ultimi due anni era stato azzerato,dai sessanta milioni in due anni previsti dal testo del Decreto ai 100 Milioni della legge di conversione. E' stato confermato il nuovo Fondo per le morosità incolpevoli e introdotta la possibilità per i Prefetti di graduare l'esecuzione degli sfratti, misura quest'ultima, non prevista dal testo originario.Il SUNIA ritiene che nel complesso il Decreto contenga misure largamente insufficienti rispetto alla drammaticità del disagio abitativo di cui gli sfratti per morosità sono l'aspetto più evidente. Rispetto al numero di questi ultimi, oltre 250.000 emessi negli ultimi 5 anni di cui circa 1000 alla Spezia, stride l'esiguità dei finanziamenti sia per il Fondo ad hoc sia per quello di sostegno alla locazione che, lo ricordiamo, ai suoi esordi nel 2000 aveva una dotazione di oltre 310 milioni di euro l'anno. Importante è sicuramente l'introduzione della possibilità di graduazione delle esecuzioni, anche se dovrebbe essere accompagnata da una sospensione totale per il periodo necessario a mettere a disposizione dei Comuni e quindi dei cittadini, i fondi stanziati. Non va' sottovalutato il fatto che, dopo anni di assoluto abbandono del comparto dell'affitto, finalmente un atto del Governo ed il lavoro del Parlamento abbiano dato un segnale di attenzione e di inversione di tendenza. Questo però non può nascondere la necessità di intervenire a monte per chiudere il rubinetto degli sfratti per morosità abbassando il livello degli affitti e di approntare un piano organico di edilizia sociale che soddisfi la domanda più debole. E per fare questo sono necessarie risorse importanti e continuative oltre ad una modifica della legge sulle locazioni ed una politica fiscale di sostegno. Insomma serve una vera politica abitativa e non interventi episodici che non affrontano il problema alla radice. Nel frattempo invitiamo tutti coloro che hanno uno sfratto a presentarsi presso i nostri uffici alla Spezia in Via Parma 15/a dal lunedì al sabato dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al fine di verificare la possibilità di accedere alle agevolazioni previste da questa nuova legge.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sunia

Continua la mobilitazione sindacale per chiedere al Consiglio Regionale la modifica della proposta di Legge presentata dall’Assessore Scajola e che prevede fra l’altro:

  1. -L’Introduzione di un termine alla durata del contratto
  2. Forte aumento dell’affitto per chi supera del 50% il limite di accesso
  3. -La soppressione della tutela che prevede di non considerare per dieci anni il reddito dei figli per la decadenza
  4. -La sublocazione per chi è incolpevolmente moroso invece di riconoscergli un sostegno economico
  5. La vendita delle case sfitte nelle zone di pregio e quindi una riduzione del numero delle case popolari
  6. -L’introduzione di un limite ‘’ irragionevole’’ di 10 anni e 5 anni di residenza  per poter partecipare ai bandi per italiani e non comunitari

SUNIA SICET UNIAT CGIL CISL  UIL IL GIORNO 22 MAGGIO HANNO ILLUSTRATO ALLA 4 COMMISSIONE REGIONALE LE PROPRIE POSIZIONI E LE PROPRIE PROPOSTE

UNA LEGGE CHE VA CAMBIATA

LUNEDI’ 5 GIUGNO 2017 ORE 15,30

SALA DANTE

VIA UGO BASSI 4-LA SPEZIA

ASSEMBLEA DI TUTTI GLI INQUILINI DELLE CASE POPOLARI

Interverranno::

Avv. Antonella PORTONATO

Direttivo Provinciale SUNIA

Franco BRAVO

Segretario Generale Regionale e Provinciale del SUNIA

PARTECIPATE-PARTECIPATE

www.sunialaspezia.it/

Ultimi da Sunia

La richiesta di un impegno concreto e di confronto. Leggi tutto
Sunia
Sunia, Sicet e Uniat scrivono a Peracchini. Leggi tutto
Sunia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa