Claudio Basso nuovo portavoce Forum ligure Terzo Settore

Claudio Basso è il nuovo Portavoce del Forum ligure del Terzo Settore. Sostituisce Alessandro Frega, giunto alla scadenza naturale del mandato.

Giovedì, 04 Luglio 2013 15:08

Sessantuno anni, esperienza associativa maturata dentro le ACLI, Basso è animatore di molteplici esperienze nel mondo dell'impresa sociale, nel volontariato, nell'associazionismo di promozione sociale.

 

L'Assemblea Congressuale di ieri ha eletto anche il nuovo Consiglio Regionale, composto da:
Giuliana Amelotti (UNPLI Liguria), Valerio Balzini (ConfCooperative), Paolo Bandiera (AISM Liguria), Roberto Bognetti (MSP Liguria), Davide Caviglia (ACLI Liguria), Alessandro Frega (LegaCoop Sociali), Rosario Giuliano (CDO Liguria), Santo Grammatico (LEGAMBIENTE Liguria), Giovanna Maranzana (LegaCoop Sociali), Walter Massa (ARCI Liguria), Tiziano Pesce (UISP Liguria), Paolo Pezzana (FIOPSD Liguria), Lorenzo Risso (ANPAS Liguria), Andrea Rivano (EVAL/ANSPI Liguria), Angelo Sottanis (AUSER Liguria), Lorenzo Tassi (ConfCooperative).

"Occorrerà proseguire questo cammino, rafforzando il ruolo propositivo e di elaborazione di idee del Terzo Settore – ha detto Basso nel suo intervento di investitura – con regole di rappresentanza e di rappresentatività che effettivamente rendano conto delle molteplici esperienze associative dei cittadini attivi, rendendo più esplicito quanto si fa, nel terzo settore, oltre che per l'ambito socio-sanitario, anche per l'ambiente, l'educazione e la cultura, lo sport e il tempo libero, l'economia sociale.
Nel prossimo triennio organizzeremo il lavoro del Forum intorno a 6 aree tematiche che riguarderanno il lavoro e l'economia sociale, le politiche socio-sanitarie integrate, l'educazione permanente e la cittadinanza attiva, l'ambiente e lo sviluppo sostenibile, lo sport e il tempo libero".
"Dovremo farlo – ha proseguito Basso – oltre che per la funzione pubblica che già stiamo svolgendo nelle comunità locali, anche per favorire l'inclusione di altri soggetti associativi che vogliano unire le proprie energie e le proprie attività per avere più forza nella definizione delle politiche sul nostro territorio e per realizzare il welfare di comunità".

Nella sua relazione il Portavoce uscente Alessandro Frega ha illustrato con legittima soddisfazione l'impegno di un gruppo dirigente che ha segnato gli ultimi anni del terzo settore, nel solco della più generale maturazione che, a partire dagli ultimi anni '90, ha portato il Forum ligure del Terzo Settore a raggiungere significativi risultati di adesioni e di rapporti istituzionali.
La "Carta della Rappresentanza", in collaborazione con il Celivo, è stata un prodotto di alto profilo culturale che ha dato l'avvio a quel percorso.
"In particolare, vanno messi in evidenza – ha detto Frega – gli incontri tematici, i seminari di approfondimento, le iniziative territoriali, coordinati anche dal responsabile dell'area legislativa del Forum Valerio Balzini, che hanno portato alla LR 42/12 "Testo Unico delle norme sul Terzo Settore", la partecipazione alla stesura del Piano Socio-Sanitario Ligure 2013-2015, l'avvio di 3 "Patti di sussidiarietà" (anziani, carcerati, giovani) basati sul riconoscimento della funzione pubblica del non profit".

Nel Forum ligure sono stati eletti anche il Collegio dei Revisori, composto da Gianvittorio Battaglia (AGESCI Liguria), Mario Borromeo (ANTEAS Liguria), Pietro Civello (AGCI Liguria), e il Comitato dei garanti, composto da Antonio Cucco (FISH Liguria), Umberto Marciasini (AUSER Liguria), Olindo Repetto (ARCI Liguria).

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Dimissioni Conte, cosa può succedere ora

Martedì, 26 Gennaio 2021 10:14 politica
Dopo il Consiglio dei Ministri, Conte è atteso al Colle per le dimissioni. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
I biancazzurri hanno tardato a carburare, ma poi le cose sono cambiate. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa