Crédit Agricole, dal 2019 chiuse 7 filiali e meno impiegati: i sindacati chiedono più assunzioni In evidenza

Cgil, Cisl e Uil: "La Fondazione sia parte attiva nel richiedere più occupati".

Sabato, 19 Settembre 2020 16:38

Il 16 settembre si è svolto un incontro la i sindacati confederali Cgil, Cisl, Uil e di categoria Fisac Cgil, First Cisl, Uilca, Fabi e Unsin con Il Sindaco e Presidente della Provincia Pierluigi Peracchini ed il Presidente della Fondazione Carispezia Andrea Corradino sulla situazione occupazionale di Crédit Agricole.

Dal 2019 ad oggi le uscite sono state di 51 unità e le entrate di 25.

Delle 51 uscite una quindicina lavoravano negli uffici della ex Direzione generale di Carispezia e non sono stati sostituiti.

Ad oggi, alla Spezia, i dipendenti di Crédit Agricole impiegati negli uffici centrali sono circa 130 e tra questi l'età media è elevata: a breve sono programmati molti pensionamenti.

“L’accordo sindacale del 9 luglio 2019 ha tutelato i lavoratori della ex Direzione generale di Carispezia dal punto di vista professionale e della mobilità, però scontiamo ora il fatto che alla Spezia non sia stato creato il “quartier generale” di alcun servizio/struttura”, sostengono i Sindacati, che continuano: “A differenza nostra a Cesena, nella ex Direzione generale di Caricesena, è stata costituita la sede della Banca Telefonica del Gruppo (80 colleghi circa) mentre a Rimini, nella ex Direzione generale di Carim, quella del Back Office Mutui del Gruppo (50 colleghi circa). Alla Spezia siamo ancora in attesa che venga attivato il polo che funge da incubatore per le start-up (progetto Village) già positivamente operante in altre zone d’Italia".

In provincia, in più, dal 2019 hanno chiuso 7 filiali e altre 7 sono state depotenziate.

“Questi dati evidenziano come a poco più di un anno dalla incorporazione in Crédit Agricole Italia il numero delle persone impiegate nella provincia sia diminuito e le nuove assunzioni, perlopiù a tempo determinato, non coprono la metà delle fuoriuscite. Anche il numero delle filiali si è ridotto - continuano i sindacati - È importante che vi sia, nel nostro territorio, una fonte di buona occupazione che comprenda anche professionalità di alto livello. Vorremmo che ci fossero anche qui alla Spezia, come in altri in altre città facenti parte del gruppo, poli di eccellenza e che la banca, che dalla sua fondazione è sempre è stata un punto di riferimento per le esigenze anche sociali della popolazione, possa continuare ad avere questa vocazione che oggi pare venire meno, avvilita da un arretramento dal territorio e una mancata risposta delle necessità dei cittadini".

Concludono i sindacati: “Abbiamo chiesto alla Fondazione, in quanto azionista dell’Istituto di Credito, e al Rappresentante del nostro territorio, che si facciano parte attiva nella richiesta di organici più consistenti che permettano di riportare il servizio all’altezza delle aspettative e delle necessità del territorio e di sostenere la richiesta di prevedere poli di eccellenza come avvenuto in altre città".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

8 pazienti ospedalizzati in meno, 1962 i positivi residenti alla Spezia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Alessio Boi e Giacomo Cavanna - La folla scende sotto il Comune contro il cambio di gestione. Gilardi (Comitato per la Terza età): "Impossibile sostenere le spese in queste… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa