Come alimentare un gatto anziano?

Alcuni suggerimenti su come approcciarsi alle sue nuove esigenze. 

Lunedì, 31 Agosto 2020 12:36


Quando il proprio gatto supera i 7 anni, entra di pieno diritto nel periodo dell’anzianità. Momento in cui un gatto tende a variare la propria alimentazione e parte del proprio stile di vita. Vediamo alcuni suggerimenti su come approcciarsi alle sue nuove esigenze.

L’alimentazione di un gatto anziano è molto importante, poiché gli deve permettere di assimilare nutrimenti di ottima qualità e allo stesso tempo questi nutrimenti devono essere altamente digeribili.

Il cibo fresco crudo o leggermente scottato sono un’ottima scelta per la sua dieta, ma si può decidere di prendere anche delle crocchette meglio bilanciate e più complete dal punto di vista nutrizionale.

Un ottimo esempio di quello riassunto fino adesso è rappresentato dalle crocchette per gatto Optimanova mature. La combinazione di ingredienti presenti in queste crocchette, che è bene ricordare sono monoproteiche e quindi di più facile digeribilità, offrono tutto il necessario per rinforzare l’organismo e proteggere i gatti anziani dalle problematiche più comuni che la loro età porta.
La presenza di Omega 3 e Omega 6 in combinazione con i minerali dei vari alimenti, aiuta la rigenerazione della pelle e a ridurre il formarsi dei calcoli. Due dei problemi più comuni nei gatti anziani.

Che cosa dare da mangiare a un gatto anziano?

La scelta più ovvia per l’alimentazione di un gatto, è sicuramente quella di fornirgli un alimento studiato per le sue necessità. Le crocchette di Optimanova ad esempio, sono tra gli alimenti più indicati.

Gli alimenti per gatti anziani forniscono proteine di alta qualità e molti alimenti che offrono una buona quantità di vitamina E per rafforzare le difese naturali del proprio animale. È bene notare, che questi alimenti contengono anche una bassa quantità di calorie, caratteristica che permette all’animale di non ingrassare visto il sempre minor movimento che l’età porta.

Come sempre, quando si passa a un nuovo alimento, è bene farlo in maniera graduale. Per farlo nel modo migliore, è opportuno affiancare il nuovo alimento alla dieta che il gatto segue abitualmente. In questo modo, riducendo il vecchio cibo e aumentando gradualmente quello nuovo, si permette al sistema digerente del gatto di abituarsi ai nuovi alimenti che gli si danno. Se il proprio gatto si rifiuta di mangiare il nuovo alimento, può essere una buona cosa chiedere un consulto al proprio veterinario per comprendere meglio quale è la causa di questo rifiuto.

Come nutrire il proprio gatto anziano?

Quando si vuole dare da mangiare ad un gatto anziano, è opportuno dargli da mangiare poco cibo ma più volte al giorno. Se si sceglie un alimento umido, è bene rimuovere la lattina o la busta dal frigorifero almeno un paio di ore prima di dare la pappa al gatto. Per riscaldare il cibo, è anche possibile utilizzare il microonde, mettendo la busta in una tazza di acqua.

In ogni caso, è bene ricordare che è normale che un animale anziano ingrassi quando la sua attività fisica diminuisce. Poiché un gatto in sovrappeso ha maggiori possibilità di ammalarsi di diabete e di sviluppare problemi urinari, è bene cercare di fare lievitare meno possibile il suo peso.

Un’attenta alimentazione, una minima attività fisica e l’integrazione di vitamine e sali minerali sono punti fondamentali per mantenerlo in salute e fargli trascorrere questo nuovo periodo della sua vita in tutta tranquillità.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Le spezzine cedono solo nel finale. Top scorer delle bianconere è Templari con 14 punti Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Incidente in via Carducci

Domenica, 25 Ottobre 2020 23:24 cronaca-la-spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa