Viaggio virtuale sui sentieri che abbracciano Vernazza In evidenza

Una continua scoperta di testimonianze culturali e religiose, di ambienti di quota che si fondono con quelli costieri.

Venerdì, 08 Maggio 2020 09:30

Come tutti gli altri paesi delle Cinque Terre anche Vernazza ha due anime: quella del borgo aggrappato alla roccia e quella delle montagne che si sviluppano in verticali da vertigine fino al mare. Il percorso escursionistico ad anello con partenza dal centro del paese, passando per il Santuario di Nostra Signora di Reggio, fino al Monte Santa Croce, è una continua scoperta di testimonianze culturali e religiose, di ambienti di quota che si fondono con quelli costieri. Paesaggi dove si può sempre guardare altrove, scoprendo ad ogni passo una natura salubre e potente.

Il PERCORSO (GUARDA IL VIDEO)

MAPPA dell'itinerario

GALLERIA FOTO SENTIERI

L'itinerario inizia da Via Brigate Partigiane incontrando le prime edicole raffiguranti le Stazioni della Via Crucis. Salendo di poco si costeggia L'ex convento dell'ordine francescano, situato nella parte alta dell'abitato, oggi sede del municipio e poi il cimitero da cui è possibile osservare il borgo dall'alto, le sue torri, la marina e le coste, alcune terrazzate. Il sentiero si fa ampio e lastricato fino ad incontrare una cappelletta dedicata a San Bernardo.

Affacci sul borgo ed il bacino del suo canale, il più ampio delle Cinque Terre si alternano lungo la salita. Tra muri costruiti su grossi roccioni, ulivi e fasce riguadagnate dall'erica arborea, si arriva al Santuario di Nostra Signora di Reggio.

La chiesa ed il parco circostante meritano una sosta, sia per il panorama sia per i maestosi alberi come tigli, lecci, ippocastani, tuje ed il cipresso monumentale* di 800 anni che con le sue misure da record (23 metri di altezza e 490 centimetri di circonferenza circa) è una sorta di campanile vegetale che sfida quello di pietra. Una grotta artificiale ospita una fontana con grossi mascheroni in marmo immersi nel capelvenere da cui scorga acqua fresca.

Lasciando dal lato monte questa oasi spirituale si sale attraverso una scorciatoia all'ombra di un bosco misto che porta alla strada asfaltata fino all'imbocco del sentiero 582 dove si gode una delle viste più suggestive e verticali sul borgo.

Il tratto si sviluppa lungo le valli tra Monterosso e Vernazza ad una quota che oscilla dai 350 ai 500 metri. Folta la macchia mediterranea che si incontra lungo il sentiero con panorami mozzafiato.

Arrivati in località Termine si percorre nuovamente un tratto di strada asfaltata fino all'imbocco dell'Alta Via delle Cinque Terre. Una galleria di ginestroni accompagna alla breve deviazione per raggiungere il Monte Santa Croce dove è presente una cappelletta ed un'ampio prato. Con un ultimo sguardo sul Mesco, su Monterosso e la costa verso ponente, si attraversa la fitta macchia fino a raggiungere una bellissima lecceta.
Da località Foce di Drignana si percorre il sentiero n. 508 che coincide con la strada asfaltata, fino a incontrare nuovamente in Santuario.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Parco Nazionale delle Cinque Terre

Approvato lo studio di fattibilità per il sentiero Verde Azzurro Manarola Corniglia. Leggi tutto
Parco Nazionale delle Cinque Terre
Dal Parco Nazionale delle Cinque Terre e dal Presidente Donatella Bianchi un plauso ai Carabinieri forestali. Leggi tutto
Parco Nazionale delle Cinque Terre

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa