La bici e l'asino, nuova frontiera del turismo In evidenza

Giovedì, 14 Giugno 2012 18:21

LA SPEZIA – Arriva alla Spezia l'ultimo seminario del ciclo "Turismo in bici e...", promosso dal gruppo regionale del partito democratico per presentare la nuova legge regionale, recentemente approvata all'unanimità dal consiglio.

Una legge regionale che apre nuove possibilità di lavoro nel settore turistico, in particolare per chi è già è guida e per chi desidera diventarlo, fornendo l'opportunità di specializzarsi in una tipologia di turismo innovativa, come il trekking in bicicletta, a cavallo ed a dorso d'asino, acquisendo prima l'idoneità di figura professionale della guida turistica, della guida ambientale e dell'accompagnatore turistico.

Dichiara Raffaella Paita, assessore alle infrastrutture della Regione Liguria: "Come assessorato stiamo promuovendo, in collaborazione con il turismo, lo sport e l'ambiente, un progetto per la realizzazione di una rete ciclabile unica lungo tutta la Liguria, composta da itinerari ciclopedonali e da servizi dedicati ai fruitori di questi, caratterizzata da una segnaletica uniforme. Si tratta di un progetto di mobilità sostenibile ma anche turistica che avvalora la tipicità della storia, del paesaggio e della vegetazione presente in ciascun tratto costiero e dell'entroterra del territorio ligure. In particolare nello spezzino, a fine 2011, abbiamo deliberato un cofinanziamento per la ciclopedonale La Spezia Porto Venere e stiamo ragionando per realizzare un percorso di circa 20 km lungo il canale Lunense che coinvolge i comuni di Santo Stefano Magra, Sarzana, Castelnuovo e Ortonovo."

Così Sergio Scibilia, consigliere del partito democratico della Regione Liguria, introduce il seminario "Turismo in bici e..." alla Spezia: "La nostra proposta di legge mira a promuovere una forma di turismo innovativa e complementare a quelle tradizionali, adatta sia al litorale che all'entroterra, da esercitare durante tutti i mesi dell'anno, e ideale per la nostra regione. L'obiettivo che ci siamo posti è quello di potenziare, rafforzare e migliorare la qualità dell'accoglienza turistica ligure, specializzando chi già accompagna i turisti nelle loro vacanze, con possibilità di escursioni in bicicletta, a cavallo o a dorso d'asino. Per chi si occupa di ricettività, si apre quindi l'opportunità di creare pacchetti turistici integrati, per i professionisti e gli appassionati delle bike, ma anche per tutti quei visitatori che vogliono scoprire in un modo diverso la cultura locale, le tradizioni eno-gastronomiche e la natura della Liguria. Una opportunità rivolta anche alla rete delle strutture ricettive esistenti , che hanno la possibilità di ampliare le loro offerte turistiche ".

"In un momento di forte crisi come questo – aggiunge il Consigliere Regionale PD Alessio Cavarra – è importante individuare tutte le opportunità per creare occupazione e incentivi alla crescita, valorizzando al tempo stesso un'importante nicchia dell'offerta turistica che in un territorio naturalmente predisposto come quello della provincia spezzina potrà sicuramente risultare appetibile a un significativo numero di visitatori".

Il seminario si chiude con l'intervento del sindaco di Vernazza Vincenzo Resasco: "La promozione con finalità turistica delle piste ciclabili è una politica da sviluppare e portare avanti nelle Cinque Terre. Oggi a seguito degli eventi alluvionali, abbiamo dovuto necessariamente rivedere le nostre priorità ma riprenderemo un progetto di rete integrata che prevede il raggiungimento dei percorsi ciclopedonali con pulmini e noleggio di mountain bike in loco per poi attraversare i sentieri di collegamento dei cinque borghi".

(La Spezia, 14 giugno 2012)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Doris Fresco- La abbiamo intervistata, insieme a Nicola, un altro dei brevettati che raggiungono oggi l'agognato obiettivo. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Alessio Boi- Scende del 3,65% il buco di 29 milioni aperto da anni sugli abitanti sarzanesi. Ponzanelli: "Un bilancio al passo con i tempi". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa