massardo kassamatis massardo kassamatis
TOTI SANSA MASSARDO SALVATORE CASSIMATIS
CHIAPPORI CARPI  VISIGALLI BENETTI RUSSO
4961
2953 136 63 4 32 5 18 20 17
 60.43%   35.97% 
  1.66% 0.77%
  0.05% 0.39%  0.06%  0.22%  0.24%  0.21% 

REGIONALI 2020

AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE 

In porto lavorano 8 mila persone: 87% dei contratti a tempo indeterminato In evidenza

I dati presentati stamattina alla seconda giornata di Bilog. I lavoratori indiretti sono 5 mila.

Giovedì, 17 Ottobre 2019 16:33

Sono numeri significativi quelli presentati stamattina, durante l’ultima giornata di Bilog, la rassegna su logistica e trasporto merci promossa dall’Autorità di sistema portuale del Mar ligure orientale.

I dati, illustrati dal presidente dell’Associazione spedizionieri Andrea Fontana e dal direttore della Scuola nazionale trasporti Genziana Giacomelli, gettano una luce sulle caratteristiche del mondo del lavoro legato al porto della Spezia.

I risultati sono il frutto di una ricerca condotta su 72 imprese attraverso un questionario strutturato: sono state interpellate agenzie marittime, imprese di autotrasporto, imprese ferroviarie, case di spedizione, ecc.

Cosa è emerso dallo studio? Innanzitutto oggi il porto spezzino genera un volume di 2.898 lavoratori diretti e 5.100 lavoratori indiretti, per un totale di circa 8.000 operatori che lavorano nell’ambito del porto e della logistica ad esso legata (sono ricomprese attività impiegatizie e non).

La componente femminile è ferma al 16%, un dato che però arriva al 37% in ambienti come quelli delle agenzie marittime e delle case di spedizione.

Un numero positivo è quello della forza lavoro “giovane”: gli under 40 che lavorano nel settore, infatti, sono pari al 35%, i lavoratori tra i 40 e i 50 anni ammontano al 32% e gli over 50, infine, arrivano al 33%.

Ma il dato più significativo è forse quello sulla tipologie contrattuali dei lavoratori, che testimoniano una forte stabilità del settore: l’87% dei contratti infatti sono a tempo indeterminato e solo il 7% a tempo determinato. Il 44% dei lavoratori, inoltre, sono impiegati, l’1% dirigenti, il 2% quadri e il 53% operai (ad elevata specializzazione).

Tra le competenze maggiormente ricercate dalle imprese del settore, infine, i primi due posti sono occupati dall’organizzazione del lavoro (16%) e dalla cultura della sicurezza (15%).

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Con un distacco in doppia cifra su Sansa. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

25 nuovi casi di Coronavirus in Asl 5

Lunedì, 21 Settembre 2020 18:20 cronaca
In totale in Liguria sono 64 i nuovi positivi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa