Lerici, il Transatlantico Rex ed il suo Comandante tornano a casa (video) In evidenza

di Luca Manfredini - La proiezione del film che ne racconta la storia ed un convegno per rendere omaggio ad una delle più grandi leggende della Marina italiana.

Venerdì, 22 Febbraio 2019 09:46

Video

Il documentario “Transatlantico Rex – nave n° 296” di Maurizio Sciarra, prodotto da BlueFilm con Istituto Luce Cinecittà, sarà proiettato a Lerici al cinema-teatro Astoria nel pomeriggio di sabato 23 febbraio alle 16.30, alla presenza dell’autore.

Un ritorno a casa gradito per un documentario atteso in cui Lerici compare come luogo simbolo della storia del famoso transatlantico, per i natali dati al suo comandante, Francesco Tarabotto, e per la sua lunga e onorata storia di marineria.

Un evento organizzato dalla “Società Marittima di Mutuo Soccorso” nell’ambito di “Aspettando Lerici Legge il Mare”, con il patrocinio del Comune di Lerici ed il supporto di STL (Sviluppo Turistico Lerici).

Il film di Sciarra racconta la storia del Rex, il transatlantico più famoso e ricco di leggenda della Marina italiana, varato nel 1931 dai cantieri Ansaldo di Sestri Ponente, premio “Nastro Azzurro” nel 1933 con il record di traversata dei due continenti, e anche immortalato da Federico Fellini in uno dei film più celebri di tutta la sua filmografia:” Amarcord”.

Il giorno del varo il Rex scivolò in mare di fronte a settantamila spettatori ed alla presenza del Re Vittorio Emanuele III e della Regina Elena, diventando la nave ammiraglia della flotta italiana.

Numeri da record i suoi: una stazza di 51.062 tonnellate per una lunghezza di 268 metri, una larghezza massima di 31 metri ed un pescaggio di 10.07 metri. Al suo interno un cuore pulsante di 142.000 cavalli di potenza gli consentivano di sviluppare alle prove di macchina una velocità massima di 29,5 miglia orarie.

Completavano il tutto un equipaggio di 756 persone ed una capienza di 604 passeggeri di prima classe, 378 di seconda classe, 410 in classe turistica e 866 in terza classe.

Il porto di Genova di allora dovette modificarsi per accoglierlo, demolendo il tratto terminale del Molo Vecchio e dragando il canale d’attracco del Ponte dei Mille e a fine 1932 entrò in servizio sulla linea del nord America.

Con il “Rex” insieme al transatlantico “Conte di Savoia”, costruito nei cantieri navali S.Marco di Trieste, l’arte della costruzione navale italiana divenne famosa in tutto il mondo.

La velocità di crociera altissima espressa dal Rex e l’abilità di guida del suo Comandante Tarabotto consentirono la conquista del Nastro Azzurro, strappando il prestigioso premio al transatlantico tedesco Bremen.

Gli eventi bellici della seconda guerra mondiale poi interruppero e terminarono la brillante ma breve carriere del Rex in modo tragico, prima disarmato e razziato di tutto, poi bombardato a morte dalla Royal Air Force nel 1944 nelle acque oggi slovene.

La leggenda del transatlantico più famoso della marina italiana, simbolo dell'Italia fascista, campione di velocità e nave che ha rivoluzionato il modo di viaggiare per mare inaugurando la strada al moderno concetto di crociera viene documentata e raccontata nel documentario di Sciarra tramite il materiale di archivio dell’Istituto Luce, immagini inedite presenti negli archivi privati di testimoni e appassionati e testimonianze di superstiti.

Immagini più o meno note sino a quelle inedite del bombardamento scattate direttamente dai piloti che l’hanno compiuto.

Il documentario è stato girato nel 2013 tra Genova, Trieste, Croazia e Lerici, e la proiezione di domani a Lerici è la seconda sul territorio nazionale (la prima visione è stata presentata a Trieste).

Dopo la proiezione delle 16.30 si terrà un incontro con la partecipazione del regista Maurizio Sciarra, dell’ex presidente A.P Genova (organizzatore a Genova nel 2013 di una grande mostra sul Rex), Luigi Merlo e del Sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti.
La conferenza sarà introdotta e moderata dal Presidente della Società Marittima di Mutuo Soccorso, Bernardo Ratti: interverrà anche Alberto Imparato (socio della Marittima ed esperto di transatlantici).

Già nel 2013 l’assessorato alla cultura e la Società Marittima di Mutuo Soccorso avevano celebrato il Comandante Tarabotto (socio della Marittima) e organizzato numerosi eventi come; l’intitolazione della piazzetta, la mostra al Castello dal titolo “Il Rex e i transatlantici” e, assieme all’autorità portuale, “la grande sagoma luminosa al Molo lericino.


(A breve online la videointervista)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Alessio Boi- Torna per la quinta volta la rassegna teatrale ambientata nell'antico. Si festeggiano i 150 anni dalla scoperta di Troia: apertura il 31 Luglio con Ascanio Celestini. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa