Animalia, una "mostra diffusa" a Varese Ligure In evidenza

Opere di Marcello Remigi.

Martedì, 19 Febbraio 2019 14:21

 

Il rapporto di vicinanza tra gli umani e gli altri animali è testimoniato da innumerevoli immagini incise o dipinte sulla roccia fin da epoche remote (le pitture più antiche finora scoperte risalgono a 35.000 - 40.000 anni fa).
Lo stupore generato dalla visione di tali opere primordiali custodite in ripari e grotte (fruibili comunemente attraverso la grande rete telematica, ad esempio qui) non accenna a diminuire proprio per la potenza del legame di interdipendenza tra la specie umana e le altre specie oggetto del suo interesse. Uomini e donne diventano infatti abili cacciatori e pazienti allevatori, e la storia dell'umanità intera si basa sullo sviluppo di queste antichissime attività di sussistenza.
Così i bovidi addomesticati (...è lampante proprio in Val di Vara!) rappresentano una grande ricchezza economica e la loro bellezza è espressione di dignità del lavoro dei campi.

Remigi coglie l'essenza di tale legame e restituisce forma e colore agli animali, in un contesto di ampia e gioiosa biodiversità da rispettare e necessariamente da salvaguardare. Come in una grande parata celebrativa, con gusto onirico e surreale, a cui tutti, grandi e piccini, possono partecipare.

La mostra è curata da Paola Zan, che afferma: "All'inaugurazione, il 2 marzo, saranno presenti gli studenti delle scuole del territorio. La dirigente del Comprensivo Prof.ssa Caccone ha promosso con slancio l'iniziativa presso i docenti che accompagneranno le classi. Anche il Preside Manfredini dell'Istituto Fossati è coinvolto. Il sindaco di Varese Lucchetti ha trovato interessate l'idea e la modalità di partecipazione delle attività produttive locali che hanno offerto spazi espositivi, in sinergia con le istituzioni. Questa nuova formula permette infatti di avvicinare la cittadinanza alle iniziative culturali pubbliche e pone le basi per l'ampliamento di progetti futuri".

Le opere saranno in mostra al Castello di Varese Ligure e in diversi negozi del borgo, dal 2 marzo al 30 maggio 2019, dalle 9.30, nei weekend, e su prenotazione per scuole e gruppi (per Info: SMS +39 393 3129149).

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra- Poche le opzioni in casa Spezia per mister Motta. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Consolidato il dispositivo interforze in occasione dell’atteso incontro Spezia- Genoa di domani sera Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa