Marittima e Auser portano Lerici tra le trincee del Carso In evidenza

di Doris Fresco- Nuovo evento organizzato dalle due Società, sabato 15 dicembre con la presentazione del libro 'Un diario inedito della Grande Guerra - 1916/1918'

Martedì, 11 Dicembre 2018 15:49

Prosegue la collaborazione culturale tra la Società Marittima di Mutuo Soccorso, la più antica società della provincia, e Auser - Lerici. Due Società punto di riferimento della vita sociale e culturale del borgo lericino.

Una sinergia scaturita due anni fa per proporre eventi culturali a carattere locale e nazionale: letteratura, storia, tradizioni, gastronomia. Le nuove iniziative, coordinate da Bernardo Ratti, Presidente della Marittima, stanno già riscuotendo molto successo, come nel caso del primo evento organizzato, la presentazione del libro '1928: dalla Spezia al Polo Nord' di Annalisa Coviello. L'autrice, nell'occasione, aveva coinvolto il pubblico presente raccontando l'evento storico descritto nel libro senza limitarsi ad una fredda cronaca degli eventi, ma impreziosendo la presentazione con dettagli della sua storia personale, essendo la nipote di uno dei protagonisti, e aneddoti unici. 

Il prossimo appuntamento si terrà Sabato 15 Dicembre alle 17, sempre nei locali della Sede dell' Auser di Via Gerini. L'occasione questa volta è l'anniversario dei 100 anni dalla fine del Primo conflitto mondiale con la presentazione del diario di un giovane spezzino, Antonio Pegazzano, scritto nelle trincee del Carso: 'Un diario inedito della Grande Guerra - 1916/1918' (Edizioni Giacchè), curato da Paola Polito, che sarà presente, introdotta da Riccardo Bonvicini.

Antonio Pegazzano combatté sul fronte italiano morendo nel 1917, lasciando una testimonianza in questo diario, ritrovato cent'anni dopo la fine del conflitto. La pronipote Paola ne ha assemblato le note, ne ha riordinato le fotografie, dando una preziosa testimonianza di questo ragazzo caduto nelle trincee del Carso, in una guerra inutile e spaventosa. Da queste pagine emergono temi e interrogativi sulla guerra e su come si sia potuto mandare tanti giovani a morire. Il Diario finisce appunto con un auspicio del giovane spezzino che, dopo un inizio retorico, proseguito sulla disumanità e inutilità della guerra, immagina un futuro di pace senza più guerre.

Anche questo evento è curato in prima persona da Bernardo Ratti, presidente della Marittima, che spiega: "Conosceremo le emozioni e gli ideali di questo ventenne spezzino che, dall’addestramento al fronte, confida al diario le sue aspettative, ma anche i sentimenti e l’ammirazione per le ragazze, il ricordo di Spezia e del Golfo e, infine, la sua delusione per le decisioni del comando italiano".

Grazie a questa testimonianza entriamo, giorno dopo giorno, fin dentro le trincee del Carso: "[...]Oggi il compito nostro è quello di render inabitabili le trincee nemiche - scrive ad esempio Antonio il 1° novembre 1916 - la Fanteria nostra, dopo l’infernale bombardamento dei reticolati e delle trincee austriache, ha avanzato[...] È questa la terza volta che i nostri soldati riescono a superare il Veliki e purtroppo le altre due volte hanno dovuto retrocedere una volta per mancanza di rincalzi, un’altra per la mancanza del collegamento cogli altri reparti di truppa attaccanti".

Prosegue Ratti: "La serata, dopo la mia introduzione, vedrà anche il saluto della Presidente Auser Lerici Raffaella Coglitore. Gli incontri culturali resi possibili dalla collaborazione tra Marittima e Auser continueranno anche il prossimo anno, dato il positivo riscontro di pubblico e di interesse fin'ora riscontrato dalla sinergia di queste due associazioni. Sono infatti in cantiere altre iniziative di carattere storico e di attualità".

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra- I controlli praticamente giornalieri fatti su tutti i tesserati permettono di tenere monitorati i casi di positività, ma è ovvio che questo campionato sarà fortemente condizionato dai… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa