Festival della Mente, alcuni aggiornamenti al programma In evidenza

Oltre 60 i relatori.

Giovedì, 23 Agosto 2018 09:51
La XV edizione del Festival della Mente, promosso dalla Fondazione Carispezia e dal Comune di Sarzana, si terrà a Sarzana dal 31 agosto al 2 settembre.

Tre giornate, 60 relatori italiani e internazionali e 39 appuntamenti tra conferenze, workshop e spettacoli in cui si indagherà in modo multidisciplinare il tema della comunità.

In programma anche 20 eventi dedicati a bambini e ragazzi, un vero e proprio festival nel festival curato dalla designer Francesca Gianfranchi e realizzato con il contributo di Crédit Agricole Carispezia.

 

Aggiornamenti al programma
L’incontro di sabato 1 settembre alle ore 15 al Canale Lunense con il giornalista Bernard Guetta è stato sostituito da Lo spazio, il moderno, la comunità con il filosofo Franco Farinelli, Presidente dell’Associazione dei Geografi Italiani (Agei).
Il grande (e riuscito) programma della modernità è consistito nella riduzione della faccia della Terra ad un unico spazio, vale a dire ad un’unica, gigantesca mappa.
Ciò ha comportato non soltanto, secondo la lezione di Max Weber, la dissoluzione della comunità nel senso della sua atomizzazione, ma anche l’avvento, con la società, di un modello di uguaglianza tra soggetti fondato sullo schema della geometria euclidea.
Tale schema è stato potentemente rimesso in discussione, insieme con il connesso modello di democrazia rappresentativa, dalla nascita, alla fine degli anni Sessanta, di quella che chiamiamo globalizzazione, cui si deve la crisi complessiva della logica spaziale del funzionamento del mondo.
Al punto che oggi corriamo il rischio di non riuscire più a comprenderlo davvero.


L’appuntamento di domenica 2 settembre alle ore 12 al Canale Lunense con l’antropologo Marco Aime è stato sostituito invece dall’incontro Ritorno della comunità? con il filosofo teoretico Roberto Esposito.
Che fine ha fatto, oggi, la comunità? E, prima ancora, cosa significa questa antica parola? Se partiamo dall’etimologia latina, il termine communitas rimanda a una legge della cura reciproca.
Ma questa concezione, aperta e donativa, della comunità è stata nel tempo sostituita – immunizzata, per usare il termine contrario – da un’altra concezione, chiusa ed escludente nei confronti di coloro che non ne fanno parte.
È possibile, oggi, in piena globalizzazione, ipotizzare un ritorno della comunità? E a quali condizioni?


In allegato il programma completo.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Fondazione Carispezia

Via Domenico Chiodo, 36
19121  La Spezia
Tel.  +39 0187.77231
Fax +39 0187.772330
Email: segreteria@fondazionecarispezia.it

www.fondazionecarispezia.it

Ultimi da Fondazione Carispezia

11 appuntamenti con i grandi nomi della musica classica al Teatro Civico della Spezia e al Teatro degli Impavidi di Sarzana. Da lunedì 21 ottobre al via la campagna abbonamenti Leggi tutto
Fondazione Carispezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa