"Nuove Terre" porta il teatro dove i teatri non ci sono (video) In evidenza

di Elena Voltolini - La rassegna di teatro contemporaneo, giunta alla sesta edizione, cresce sia nel numero degli spettacoli che dei Comuni coinvolti.

Mercoledì, 18 Luglio 2018 16:38

Video

Più spettacoli e più comuni coinvolti: "Nuove Terre" per il sesto anno consecutivo porta i migliori artisti di teatro contemporaneo del panorama italiano ed internazionali in alcune delle più belle e turistiche location della riviera ligure di Levante.
Framura, Bonassola e Deiva Marina confermano la loro fiducia a Officine Papage, che la rassegna l'ha ideata e la organizza, ospitando anche quest'anno gli spettacoli sul proprio territorio e accolgono un altro comune, Moneglia, che si unisce come teatro naturale delle performance, facendo così “sconfinare” l'evento anche nella provincia di Genova.

Territori bellissimi, uniti in un percorso e soprattutto in una visione comune, come sottolinea Elda Belsito, membro del Consiglio di Indirizzo di Fondazione Carispezia che sostiene “Nuove Terre” nell'ambito del bando EVENTI CULTURALI 2018: “Una rassegna che senza dubbio merita. Abbiamo tenuto conto della qualità della proposta creativa e artistica, ma anche della capacità di questo progetto di creare una rete, che unisce quattro comuni importanti, che hanno dimostrato di avere tra loro una connessione di intenti che riguarda l'arte, ma anche l'accoglienza delle persone. E' un segnale di grande civiltà, quello dell'attenzione a chi viene a visitare i nostri territori e anche così si integra nella comunità. Le “interferenze” previste tra le attività collaterali della rassegna, prevedono incursioni in piazze, spiagge, alberghi, ovvero proprio nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, per coinvolgerli in un contatto umano e culturale che permetta loro di immergersi nella vita della comunità locale”.

Tra le tematiche alle quali l'edizione 2018 di Nuove Terre vuole dare particolare risalto, Elda Belsito sottolinea in particolare “l'incontro tra generazioni ed il legame generazionale che arriva sino alla vecchiaia, il tema del caso, il richiamo a grandi artisti come Dario Fo e Franca Rame”.

Temi significativi, affrontati dai migliori artisti di teatro contemporaneo al mondo, in spettacoli pensati per offrire una proposta di alta qualità e di notevole varietà: “Il sottotitolo della rassegna è Le arti della scena – spiega il Direttore artistico Marco Pasquinucci – proprio perchè cerchiamo di rispondere alle esigenze di target diversi: bambini, adulti, residenti e turisti”.

Il calendario, come detto, si amplia, prevedendo 12 spettacoli che andranno in scena dal 20 luglio al 25 agosto (scaricabile in fondo all'articolo il calendario completo).

Un'altra novità, sottolineata dal Direttore Artistico, è che quest'anno "si è creato davvero un protocollo d'intesa tra i comuni che ospitano il Festival e che si sono messi insieme anche da un punto di vista formale: un percorso interessante che permette di co-organizzare con enti pubblici e fondazioni un progetto culturale".

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"La cultura è ben più di un sacrificabile passatempo." Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il rifornimento di LNG su Costa Smeralda ha visto la collaborazione di Guardia Costiera, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, autorità e operatori locali, Shell e Gruppo Costa. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa