Stampa questa pagina

Pitelli ricorda Giacinto Scelsi a 30 anni dalla scomparsa In evidenza

La proloco pitellese, insieme alla fondazione Giacinto Scelsi e al TMO, ha deciso di omaggiare l’artista in una serata nel giardino della Proloco.

Lunedì, 18 Giugno 2018 18:06

Giacinto Scelsi, quel pitellese per caso, la cui musica è stata scoperta tardivamente, ma che con la sua opera ha sicuramente imposto una riscrittura della musica contemporanea, sarà omaggiato quindi nel suo paese natio. Giacinto Scelsi nasce infatti a Pitelli 8 gennaio 1905, allora frazione di Arcola e in seguito aggregata al Comune della Spezia, da Guido Scelsi, all’epoca Tenente di Vascello, proveniente da una famiglia di origine siciliana che aveva avuto un ruolo di spicco nelle vicende dell’Unità d’Italia, e da Donna Giovanna d’Ayala Valva, originaria di Taranto.

Ad omaggiarlo sarà il TMO, l’unità di musica sperimentale fondata nel 2015 da Andrea Campanella e Daniele Virgilioda, da tempo dedita alla creazione di improvvisazioni di ispirazione concretista ed elettronica che hanno caratterizzato la ricerca musicale di Scelsi. Sarà un omaggio consapevolmente umile, che non azzarderà accostamenti indebiti né tantomeno tentativi di emulazione, ma che cercarà di assumere concretamente alcuni importanti insegnamenti scelsiani . Una musica urbana e periferica, al di fuori delle accademie, libera da schemi e lontana dai luoghi dell’ufficialità. “In assenza di direzione”, senza partiture e senza tecnica.Sara’ una lezione di Scelsi un omaggio, di una “musica nuda” sarà un modo per la comunità del borgo di conoscere il suo “concittadino ribelle".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Pro Loco Pitelli

La PRO LOCO PITELLI la cui denominazione ufficiale è “Associazione Turistica Pro Loco di Pitelli” nasce ufficialmente il 18 agosto 2012 data di deposito e registrazione dello statuto.

Il tutto nasce tra luglio e agosto 2012 dall’iniziativa di un gruppo di ragazzi di Pitelli che lanciano l’idea di una festa che coinvolga tutto il Paese, sia come abitanti sia come spazi. Una festa che doveva svolgersi all’interno del Paese, nei “carrobi” e non più limitata alla Piazza degli Orti come le classiche festa sino ad ora fatte nei vari anni. Dopo numerose riunioni, in cui il gruppo si allargava ad una trentina di persone, viene deciso di creare la PRO LOCO e di partire con la scommessa della Festa di “PITEI IN CANTINA” tra lo scetticismo di moltissimi e il contagioso entusiasmo di coloro che ci credevano con forza.

Il resto è cronaca odierna, in quei due giorni della Festa il Paese si trasforma, in un clima di entusiasmo, di fervore, di partecipazione, che richiama alla mente dei più anziani i tempi in cui Pitelli era una fucina di idee, di ideali, di fratellanza, di partecipazione e che lascia piacevolmente stupiti anche coloro che ci hanno creduto sin dall’inizio in questa festa.

Il primo obbiettivo della PRO LOCO era stato raggiunto, era stato dimostrato che lavorando assieme, senza polemiche, senza personalismi, con entusiasmo e sacrificio, coinvolgendo tutto il Paese, si poteva far rivivere Pitelli come una volta, renderlo vivo e vitale.

Siamo appena agli inizi del nostro e del vostro lavoro, stiamo ancora lavorando all’interno dell’Associazione, sia amministrativamente, sia organizzativamente per creare una struttura che possa, con l’aiuto di tutti i Pitellesi, far conoscere, crescere e valorizzare il nostro Paese.

Le cose da fare sono tantissime, e l’entusiasmo deve crescere e coinvolgere tutti. Vogliamo lavorare assieme agli altri Enti e Associazioni che ancora esistono a Pitelli, ai quali rivolgiamo un sentito ringraziamento per l’appoggio che ci hanno dato in questa nostra fase iniziale e con i quali vogliamo continuare a collaborare e lavorare assieme per il bene del Paese.

Nel 2013 sarà fatto il tesseramento e vogliamo credere che saranno in molti a voler far parte della PRO LOCO. Più saremo e più cose riusciremo a fare e ottenere: riscoprire le nostre radici, le nostre tradizioni, valorizzare e far conoscere il nostro Paese, abbellirlo, renderlo più vivibile, riscoprire quei valori che si sono persi nell’indifferenza e nell’egoismo di questa società che tende ad appiattire e dimenticare.

Questi sono i nostri intendimenti, intendimenti che vogliamo dividere con tutti voi.

Vogliamo chiudere questa breve presentazione con la speranza espressa da Gianfranco Padula la “memoria storica” del nostro Paese, a corollario di una bellissima poesia scritta dopo “Pitei in cantina”, speranza che giriamo a tutti voi.

Cari giovani mi vanto di essere un vostro paesano ma mi raccomando, fate che non sia un fuoco di paglia, continuate a voler bene al Paese, siate orgogliosi di essere Pitellesi, impegnatevi nel pubblico, c’è bisogno di voi a Pitelli e nella Nazione, siate cultori e difensori delle migliori tradizioni di Pitelli.” (Gianfranco Padula)

Grazie a tutti

prolocopitelli.beepworld.it/

Ultimi da Pro Loco Pitelli

La Pro Loco Pitelli: "Le linee guida della conferenza Stato-Regioni sull'organizzazione di feste e sagre non permettono l'organizzazione di un evento come questo". Leggi tutto
Pro Loco Pitelli
Per condividerne bellezza ed emozioni. Leggi tutto
Pro Loco Pitelli

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa