“Taranta d’Amore” lancia il “Folk Music Meeting” 2018 In evidenza

di Luca Manfredini – “Ambrogio Sparagna & Orchestra Popolare Italiana” in Fortezza Firmafede per la festa di presentazione della 9° edizione di Laboratorio Piazza De Andrè.

Lunedì, 14 Maggio 2018 16:24

 

Segnatevi questa data pronti per assistere, tra le antiche mura della Cittadella, all’esibizione del musicista ed etnomusicologo, Ambrogio Sparagna e la sua Orchestra Popolare Italiana, una connubio da lui creato e in tutto il mondo conosciuto e rispettato – 1 giugno 2018 (ore 21.30).

“Una grande festa popolare ad ingresso gratuito – annuncia Alessio Ambrosi – una serata di grande musica in uno spettacolo che fa ballare un’intera piazza al ritmo della pizzica e degli altri balli popolari italiani. Un’occasione unica per fare festa insieme”.

Una importante anteprima con un personaggio leader che racchiude in sé molti degli elementi che caratterizzano l’evoluzione di Piazza De Andrè, sin dalla raccolta delle oltre 4.000 firme che ne hanno avviato la nascita fino alla sua crescita costante caratterizzata dal “Laboratorio De Andrè” e dall’evoluzione ultima del “Folk Music Meeting”. “Una importante iniziativa che rientra in un progetto di sviluppo della cultura musicale e generale, non un evento fine a se stesso ma base indispensabile per un’ambizione superiore. Una costante futura sul segmento specifico della ricerca musicale etnica folcloristica, che porti ad un grande Festival a livello Nazionale ed Internazionale – spiega l’Assessore Nicola Caprioni in conferenza stampa - un centro di cultura musicale che produca elementi di ricerca anche sulla storia, sulla tradizione e sulla riscoperta di un’identità culturale musicale invidiata in tutto il mondo. Eventi che contribuiscano a caratterizzare Sarzana con iniziative di riferimento capaci di portare nella città un attento pubblico di studiosi ed estimatori”.

Il Laboratorio Piazza De André (ed il premio ad esso collegato) giunge quindi alla sua nona edizione nella piazza dedicata a Faber, non solo nella toponomastica, ma con la creazione del palco-monumento che tutti conosciamo, un ricordo che è diventata normalità quotidiana. Negli anni si sono alternati musicisti e collaboratori di De Andrè, oltre a varie personalità tra cui; Don Gallo, Dori Ghezzi, Lella Costa, Riccardo Tesi, Mauro Pagani, Armando Corsi, e soprattutto artisti che si sono ispirati o hanno avuto punti in comune con le sue tematiche. Il tentativo degli organizzatori è stato quello di: “Non limitarsi ad una sorta di juke-box celebrativo con la semplice riproposizione delle sue canzoni, ma produrre progetti originali. Anche per questo, dal 2017 – spiegano Ambrosi, Tognoni (arci), Dreini (Uisp), Iorio e Bedini - è stato creato il "folk music meeting" che prevede la partecipazione al Laboratorio Piazza De André di esponenti della musica popolare italiana ed internazionale. La stessa musica popolare italiana è uno dei pochi generi musicali che hanno una propria specificità ed una collocazione propria nel circuito internazionale”. La musica popolare varia di Comune in Comune, di zona in zona, ognuno con la propria canzoncina, con la propria ballata, ma sempre con un unico comune denominatore: la saggezza popolare: “Le tematiche variano: dalla condizione del mondo degli ultimi, tanto care all'artista genovese, a momenti di festa, ballo, aggregazione popolare, riscoperta di strumenti tradizionali di grande qualità.
Quest'anno si è ritenuto di continuare ed arricchire il percorso tracciato, con diverse declinazioni della musica delle tradizioni, attraverso l'ascolto, il coinvolgimento nei ritmi e la ricerca dell' innovazione. Sono previsti inoltre seminari sugli strumenti musicali ed incontri culturali, per chi volesse approfondire o semplicemente saperne di più – aggiunge Tognoni - siamo andati avanti senza togliere nulla allo spirito originale e “In direzione ostinata e contraria”, come recita il nostro slogan, e in questa direzione tiriamo dritti in sviluppo e grande valenza, in un percorso avviato da Arci – Uisp sempre con il grande contributo dell’Amministrazione. Nel prossimo futuro coinvolgeremo tutta via Landinelli con danze storiche ed esposizioni di strumenti popolari che esistono solo nella tradizione musicale italiana e che tutto il mondo ci invidia”. Nella serata evento del 1° giugno si presenterà il programma definitivo del 18esimo “Laboratorio De Andrè” previsto nei giorni 24 / 25 / 26 agosto in piazza De Andrè.

Ambrogio Sparagna è un musicista ed etnomusicologo, nonché virtuoso dell'organetto con una lunga attività concertistica in paesi europei ed extraeuropei. Innumerevoli i suoi progetti nell'ambito della cultura e della musica popolare italiana, ma importanti sono anche le sue collaborazione con artisti di generi diversi quali Francesco De Gregori, Giovanni Lindo Ferretti, Lucio Dalla, ecc. Dal 2004 al 2006, a Melpignano (Lecce), durante il celebre festival "La Notte Della Taranta", crea e dirige l'omonima orchestra con cui si esibisce in tutto il mondo. Di particolare rilievo l'esibizione a Pechino nel 2006. Successivamente gli viene affidato il compito di costituire l'orchestra dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, Orchestra Popolare Italiana, la stessa formazione con cui si esibirà a Sarzana (Sp) sul palco della Fortezza Firmafede, venerdì 1 Giugno alle ore 21,30.

Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna Ambrogio Sparagna voce organetti Clara Graziano voce, organetto, danza Valentina Ferraiuolo voce, tamburelli Cristiano Califano chitarre Raffaello Simeoni voce, fiati popolari Diego Micheli contrabasso Ottavio Saviano batteria Erasmo Treglia.

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
Redazione Gazzetta della Spezia

Redazione Gazzetta della Spezia
Via delle Pianazze, 70
19136 La SpeziaTel. 0187980450
Email: redazione@gazzettadellaspezia.it

www.gazzettadellaspezia.it

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Peracchini ammette che si potrebbe anche arrivare alla risoluzione del contratto, le opposizioni lo incalzano. Nebbia fitta sul futuro dell’appalto. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Come scegliere un orologio da polso

Sabato, 20 Ottobre 2018 08:00 cronaca
Qualche utile suggerimento. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa