A Spazio 32 "Brucia", graphic novel sulle morti bianche In evidenza

E' la prima opera di fiction della giovane Silvia Rocchi.

Venerdì, 30 Marzo 2018 12:41

Proseguono a Spazio 32 – biblioteca e centro culturale della Fondazione Carispezia – gli appuntamenti dedicati al fumetto d’autore: mercoledì 4 aprile, alle ore 18.00, sarà la volta della giovane autrice pisana Silvia Rocchi, ospite a Spazio 32 per presentare la sua prima opera di fiction, “Brucia” (Rizzoli Lizard, 2017), con cui affronta il tema delle morti bianche in una fabbrica di provincia negli anni Ottanta, raccontando la storia dell’amicizia tra due donne. Un esordio che ha raccolto il consenso della critica, dimostrando le grandi capacità e il grande potenziale dell’autrice.

 

Dopo le biografie a fumetti su Alda Merini, Tiziano Terzani ed Ettore Majorana, Silvia Rocchi propone una storia di fiction che ricorda, purtroppo, eventi realmente accaduti nel nostro Paese, dove ogni anno si registrano incidenti sul lavoro. “Brucia” è un racconto che narra una di queste storie da una prospettiva diversa, ovvero quella di una peculiare e intensa amicizia tra Tamara e Maria, due donne molto diverse, separate dall’età, dalle esperienze, dallo stile di vita. La prima è un’adolescente di famiglia borghese, la seconda è un’operaia trentenne, alle dirette dipendenze della madre di Tamara. Nonostante queste premesse, tra le due si instaura un rapporto di complicità, quasi un legame tra sorelle che è però continuamente messo in discussione dalla realtà che le circonda: una è ancora alle prese con le prime cotte, l’altra convive con un compagno di lunga data; una ha tutta la vita davanti, l’altra è ostaggio di un passato di aspettative deluse; una vive inconsapevolmente nel benessere, l’altra non ne può più del suo lavoro. Ed è proprio lungo quest’ultima crepa, quella della diversa estrazione sociale, che si apre la voragine che le divide. Sarà la fabbrica, quella speranza d’acciaio che sembra offrire un felice futuro alla comunità, a provocare un feroce strappo alla storia: un fuoco che scoppia sulla pagina caratterizzato dall’unico colore presente nel libro, infiammando per sempre la vita delle due ragazze.

Il tratto dell’autrice, fatto di matite e carboncini che giocano con il bianco della tavola per definire personaggi e paesaggi, crea un clima sospeso, che sembra avanzare verso un futuro indefinito. A metà della vicenda, l’irruzione del colore rosso esplode in tre tavole, passando da un ritmo dilatato a uno sempre più serrato, che colpisce per le immagini intense e emozionanti.


Silvia Rocchi lavora come fumettista e illustratrice a Bologna. Dal 2012 ha pubblicato fumetti con le maggiori case editrici italiane (BeccoGiallo, Rizzoli Lizard, Eris Edizioni). “Brucia” è il suo ultimo graphic novel. Ha collaborato come illustratrice - tra gli altri - con, Libera, Linus e Goethe Institut.
In occasione dell’incontro sarà possibile acquistare le copie del volume grazie alla collaborazione della Libreria Comic House di Sarzana.

Farà da cornice all’evento la mostra “Pinocchio prima di Pinocchio”, che raccoglie le tavole ad acquerelli originali dell’illustratore Alessandro Sanna, in esposizione fino al 28 aprile a Spazio 32.


Per informazioni:
tel. 0187 772344
Facebook, Twitter, Instagram (@spazio32).

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Fondazione Carispezia

Via Domenico Chiodo, 36
19121  La Spezia
Tel.  +39 0187.77231
Fax +39 0187.772330
Email: segreteria@fondazionecarispezia.it

www.fondazionecarispezia.it

Ultimi da Fondazione Carispezia

Con Roberto Celada Ballanti e Luigina Mortari. Leggi tutto
Fondazione Carispezia
Un evento in cui esprimere l'identità marinara della città. Leggi tutto
Fondazione Carispezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa