Due mostre sulla Crocifissione In evidenza

Le foto di Gabriele Zani e gli acquerelli di Mirella Raggi.

Mercoledì, 21 Marzo 2018 15:45

 

Doppia inaugurazione per i Musei di via del Prione, 156.

Da venerdì 23 marzo a domenica 22 aprile 2018 il Museo Etnografico della Spezia presenta una mostra fotografica di Gabriele Zani dedicata al tema della crocifissione: “XIV”.
Allo stesso tema è dedicata l’esposizione di acquerelli di Mirella Raggi organizzata nello stesso periodo dal Museo Diocesano della Spezia: “Il Mistero di Cristo”.

L’evento è promosso dall’Assessorato alla Cultura, dall’Area II Servizi Culturali del Comune della Spezia, dal Museo Civico Etnografico ‘Giovanni Podenzana’, e dal Museo Diocesano.
L’inaugurazione delle mostre si terrà venerdì 23 marzo alle 12.00 presso la sede dei Musei in via del Prione, 156. Sempre il 23 marzo, alle 17, sarà possibile incontrare Gabriele Zani al Museo per la visita alla mostra.

“XIV”
Gabriele Zani è stato sempre affascinato dalle sequenze delle immagini raffiguranti la via Crucis all’interno di ogni chiesa: dipinti, bassorilievi, mosaici hanno sempre attirato la sua attenzione con un movimento circolare attorno alla pareti dei singoli edifici.
Una stazione dopo l’altra il crescere della violenza e della sofferenza: due attitudini tipicamente umane.
Ed è proprio il lato del dolore umano che Zani ha voluto raffigurare: in qualche modo l’analogia tra la passione di Gesù Cristo e la pena dell’essere umano durante particolari momenti della propria esistenza.
Il dolore come via di redenzione nella dottrina del Cattolicesimo è stato lo spunto di questo progetto fotografico che prende forma a seguito di un difficile periodo della sua vita: da qui l’idea dell’identificazione dell’autore con il Cristo e la presentazione di autoscatti o soggettive che rendono il fotografo protagonista della Passione (Gabriele Zani)

“Il Mistero di Cristo”
Il tema della mostra di Mirella Raggi è molto impegnativo e impone che la sua interpretazione debba essere affiancata dal più intimo coinvolgimento nella vita di Cristo. La croce di Cristo è il grande segno del futuro poiché è sofferenza redenta. Questo aspetto è ben percepibile nel racconto per immagini della pittrice che trae origine da profonde motivazioni tradotte con un linguaggio autonomo ed espressivamente efficace. Dipinti, sculture e tavole della Raggi hanno in comune di rivelare oltre che profondi sentimenti di religiosità una dimensione etica, quale espressione di un convinto impegno civile che non ignora le contrastanti vicende riguardanti il genere umano.
"La Via Crucis e i disegni realizzati per il libro Dio e Signore Gesù il Cristo hanno il pregio dell’immediatezza comunicativa e in essi si avverte il respiro della fede e la stretta vicinanza ai temi trattati con particolare sensibilità". (Valerio Cremolini)


Per informazioni:
Museo Etnografico ‘Giovanni Podenzana’
via del Prione, 156
19121 – La Spezia
tel. 0187 727781

Orario di apertura:
giovedì 10 – 12.30
venerdì, sabato e domenica 10 – 12.30 e 16 – 19

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Museo Etnografico

Fanno parte della Collezione Sergio Del Santo. Leggi tutto
Museo Etnografico

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa