I quadri di Hélène de Beauvoir approdano a Lerici (foto) In evidenza

di Doris Fresco- La mostra è stata presentata in anteprima alla stampa questa mattina

Mercoledì, 05 Aprile 2017 13:47

“Un motivo di vanto e orgoglio, ospitare al castello di Lerici una mostra così bella”. Lo ha detto questa mattina il sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti, alla conferenza stampa di presentazione della mostra Hélène de Beauvoir tra fiume e mare.
Ampliata rispetto alle precedenti esposizioni, la mostra dedicata alle opere di questa grande artista, resterà al castello di Lerici per un mese, fino al 7 maggio: 30 quadri e un arazzo, assoluta novità rispetto alle tappe passate di Bocca di Magra, Ameglia e Ortonovo; ogni opera restituisce un piacere di colori vibranti e ispirazione paesaggistica che ha potuto trasportare l’artista fuori dai traguardi dell’immaginazione.
Omaggio a Trebiano, innanzitutto: “Hélène amava questo luogo- ha spiegato Marco Ferrari, che insieme a Walter Tacchini ha curato la mostra- anche dopo la morte del marito ha continuato a venire qui, da sola, alla guida della sua Peugeot. Le altre tappe sono state un successo, soprattutto grazie alla partecipazione delle scolaresche, bellissimo esempio di interazione tra cultura e territorio”. La mostra è itinerante proprio per questo motivo: “Ci è sembrata la scelta migliore, per permettere a noi di estendere il più possibile questo omaggio che, seppur tardivo, ci consente di ricordare una grande artista che aveva un rapporto speciale con le nostre colline”.

Le tele sono state tutte dipinte nella casa di Hélène de Beauvoir a Trebiano e, con questa mostra itinerante, sono esposte per la prima volta al pubblico. I quadri sono stati messi a disposizione dallo scultore Walter Tacchini, attuale proprietario di una parte dell’abitazione, che ha raccontato, questa mattina, anche qualcosa di molto personale del suo rapporto, stretto e unico, con l’artista: “L’ho conosciuta negli anni ’60, quando insieme a Soldati, alla sorella e tantissimi altri esponenti della cultura contemporanea, frequentava Bocca di Magra; mio padre le ha trovato la casa dove ha abitato e, alla sua morte, ha voluto lasciare i suoi averi a me, perché avevamo stretto un rapporto davvero bellissimo: mi considerava come un figlio e le ho voluto davvero molto bene”.
In contemporanea, in una sorta di gemellaggio culturale, anche la Galleria Hammer di Regensburg, in Baviera, ospita una mostra dedicata a Hélène de Beauvoir in cui sono esposte copie delle opere presenti al castello di Lerici, come commentato questa mattina dal presidente del Parco di Montemarcello Tedeschi: “Sono molto contento anche di poter vantare questo gemellaggio: manderemo a loro le fotografie della nostra mostra”.

La mostra sarà ufficialmente inaugurata venerdì 7 aprile alle ore 18 e resterà aperta a ingresso libero con i seguenti orari: 10,30-12,30 e 16-19, mercoledì chiuso; è organizzata dal Parco Naturale Regionale Montemarcello-Magra-Vara in collaborazione con il Comune di Lerici, la Stl locale, Lega Navale, società Demetra con il patrocinio della Regione Liguria; partecipa come sponsor il Centro Verde di Santo Stefano, che ha reso omaggio alle opere allestendo lo spazio per la conferenza stampa di questa mattina con delle bellissime piante.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

L’alluvione di ieri ha alzato il livello del fiume Magra che ha trascinato via l’ultimo mezzo rimasto sul ponte crollato di Albiano. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa