A Monterosso una mostra ricorda l'alluvione del 1966 (foto) In evidenza

"Siamo qui per ricordare e questa mostra deve essere un monito alle future generazioni": ci accoglie con queste parole la signora Angela Betta, memoria storica e curatrice della mostra allestita sotto la Canonica in piazza Garibaldi.

Mercoledì, 05 Ottobre 2016 09:08

Una cinquantina di foto che ritraggono la distruzione provocata dall'acqua e dal fango. Le varie vie del paese, sia la parte del centro storico, sia Fegina, a quel tempo in via di sviluppo con i primi palazzi.
Un quadro per certi versi quasi fotocopia a quello dell'alluvione che nuovamente, e forse con più distruzione, investi Monterosso il pomeriggio del 25 ottobre 2011.
Un piccolo manifesto accoglie il visitatore con un monito: la natura che ci circonda è fragile, riusciremo mai a capirlo, o l'uomo continuerà a voler insistere?

"E' veramente difficile poter interpretare i segnali di questo fragile territorio - aggiunge Nicola Busco di Sinistra dei Valori, che da anni si batte per la cura e la conservazione delle  Cinque Terre - Speriamo che queste terribili immagini del 1966, proposte nuovamente in piazza, facciano riflettere, ma la vedo dura. Basta andare a rileggere le intercettazioni pubblicate sulle inchieste del 2011, gli intercettati erano ragazzini nel '66, ed hanno fatto presto a dimenticare".

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - In merito al ripristino degli orari pre-pandemia a Pitelli e alla Foce, però, nessuna novità. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa