Riapertura in grande stile per il Castello di Lerici che ospita la mostra di Yoshin Ogata In evidenza

Di Doris Fresco - È con un pubblico numeroso e con tutte le autorità presenti che è stata, questo pomeriggio, inaugurata la mostra di Yoshin Ogata al Castello di Lerici.

Sabato, 09 Luglio 2016 19:46

Presente anche Lorenzo Forcieri. Infatti è stato anche grazie al sostegno dell'Autorità Portuale che oggi il Castello torna fruibile alla cittadinanza. "Autorità Portuale presente in tutto il golfo, anche per scelta politica. Non solo un investimento, ma anche risanamento per poter sviluppare un'idea di Golfo unitaria. Per questo abbiamo accolto la richiesta di coabitazione dal Comune di Lerici. Con la riapertura del Castello si aggiunge un'altra perla al panorama di offerte che il nostro territorio può dare a turisti e cittadini".

Passando poi al vero protagonista di questa inaugurazione, il lavoro del Maestro Ogata, c'è molto da dire, partendo dall'idea metafisica che diventa riflessione intorno ad un elemento semplice: una goccia d'acqua, che Ogata immagina in tutte le sue forme e in tutte le sue dimensioni.
Una mostra, quella inaugurata oggi, che propone tutto il lavoro di Ogata, con l'elemento che diventa sostanza e dove il tempo è sigillato nell'attimo sospeso.
Così, nelle sue opere è possibile ritrovare il ciclo della vita e il continuo alimentarsi, con ogni scultura che richiama e si lega ad un'altra.


"Dopo un lungo viaggio in Europa sono arrivato in Italia negli anni '70 e ho potuto subito conoscere e rimanere affascinato dalla cultura. Ho studiato in varie accademie, tra cui Brera e Carrara" - racconta Ogata - "un lavoro, questo sull'acqua, che va avanti da molto tempo".
Ogata ha regalato a Lerici una scultura che ora accoglie chiunque entri nel borgo, a dimostrazione del rapporto che l'artista ha con il territorio, dove vive da molti anni. Proprio per ringraziare l'artista, oggi erano presenti tutti i consiglieri di maggioranza, a dimostrazione dell'idea proposta dal sindaco Paoletti: "Una squadra capace di concretizzare importanti progetti": la mostra di Ogata, ma anche quella dedicata a Caselli e ospitata al Castello di San Terenzo".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Le parole dell'allenatore rossoblù Andrea Marselli. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
"Campastrino è considerata ormai, a livello nazionale, una vera e propria foiba". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa