Il progetto Integr-Azioni (percorsi di integrazione e inclusione per migranti e persone in difficoltà) interessa sempre più enti locali In evidenza

Per rispondere alle esigenze manifestate dal Comune di Beverino per la manutenzione delle proprie aree verdi, Fondazione Carispezia ha tempestivamente attivato sul territorio il progetto Integr-Azioni, volto all'inserimento lavorativo di migranti e persone in condizione di comprovata difficoltà economica in attività di manutenzione e pulizia degli spazi pubblici.

Mercoledì, 06 Luglio 2016 12:07

La Spezia, Sarzana, Calice al Cornoviglio e, da pochi giorni, anche Beverino sono infatti i primi Comuni che vedono impegnati i destinatari del progetto promosso dalla Fondazione in collaborazione con Caritas Diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato, Parco Nazionale delle Cinque Terre, Confagricoltura e Confederazione Italiana Agricoltori.

"Il progetto Integr-Azioni offre un'opportunità importante di aiutare fattivamente il prossimo – sostiene il Sindaco di Beverino, Massimo Rossi – e di servire allo stesso tempo la comunità. Migranti e persone in difficoltà economica saranno infatti impiegati esclusivamente in attività diurna di manutenzione delle pubbliche vie, delle aree verdi, delle zone parco; tutti impieghi per i quali, nonostante l'indifferibile necessità, il Comune non ha allo stato attuale sufficiente personale da adibire".

Il progetto ha l'obiettivo di offrire attività formative e opportunità lavorative concrete a soggetti svantaggiati e a rischio di esclusione sociale. Si ispira al modello dell'agricoltura sociale, che connette strettamente l'agricoltura e la salvaguardia del territorio con il welfare locale, facendole diventare uno strumento di coesione sociale e sviluppo territoriale.

Sono 15 le persone selezionate dalla Caritas, attraverso la Cooperativa sociale La Piccola Matita Onlus, già inserite in attività lavorative che, a breve, interesseranno anche i Comuni di Sesta Godano e Rocchetta di Vara.

In parallelo in località La Pieve alla Spezia e a Manarola si stanno svolgendo percorsi di formazione che coinvolgono altre 14 persone, con la collaborazione di Confagricoltura e Confederazione Italiana Agricoltori. In particolare, nel Comune delle Cinque Terre, tali percorsi - realizzati in collaborazione con la Fondazione Manarola - sono incentrati sul recupero dei muretti a secco.

Hanno inoltre manifestato il loro interesse nei confronti del progetto Integr-Azioni anche i Comuni di Castelnuovo Magra, Ortonovo e Brugnato e il Consorzio di Bonifica e d'Irrigazione del Canale Lunense.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Fondazione Carispezia

Via Domenico Chiodo, 36
19121  La Spezia
Tel.  +39 0187.77231
Fax +39 0187.772330
Email: segreteria@fondazionecarispezia.it

www.fondazionecarispezia.it

Ultimi da Fondazione Carispezia

Giovedì 20 febbraio alle 21.00 al Teatro Civico della Spezia. Leggi tutto
Fondazione Carispezia
5 milioni a disposizione per l'area del Nord Italia. Leggi tutto
Fondazione Carispezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa