La città nuova, la città vecchia. Lerici si anima di arte e radici In evidenza

Torna sabato 22 agosto la Nuova Città Vecchia, una manifestazione artistica che si svolge all'interno del borgo di Lerici, lungo un itinerario di spettacoli dal vivo, esposizioni, laboratori per bambini che attraversando i caratteristici carruggi e vicoli dal lungomare sale verso il castello.

Giovedì, 20 Agosto 2015 10:11
Un palcoscenico di rimandi e suggestioni legati al tema del tempo: la città nuova vive su quella vecchia, passato presente e futuro si mescolano e convivono, coesistono e si ripetono. Un concetto espresso dal logo della manifestazione: l'Uruboro, il serpente che si morde la coda, simbolo della ciclicità.

"Il tempo è quella cosa che fa in modo che tutte le cose non possano accadere contemporaneamente".

La seconda edizione vedrà protagonisti trampolieri e acrobati, musicisti, poeti, pittori, danzatrici, artisti multimediali e molto altro ancora.

La Nuova Città Vecchia è una manifestazione promossa e organizzata da volontari che vogliono promuovere Lerici e le Arti.
Il programma sarà così articolato:

La nuova città dei Bimbi
presso Terrazza del Circolo della vela ERIX dalle 21:00
Attività ludiche e laboratoriali: truccabimbi, giochi con palloncini, laboratorio multimediale di burattini, laboratorio DISEGNANDO DAPPERTUTTO.
Nel laboratorio multimediale realizzato dall'Associazione Labulè, i bambini saranno accompagnati nella costruzione di un personaggio che diventerà protagonista, insieme agli altri, di una storia creata come ci insegna G. Rodari, ne LA GRAMMATICA DELLA FANTASIA.
Durante il laboratorio DISEGNANDO DAPPERTUTTO, curato da Alessandro Neri, i bambini saranno liberi di disegnare ovunque liberando la propria fantasia e creatività accompagnati lungo un gioco che diventerà viaggio.
Le attività laboratoriali saranno ad iscrizione sul luogo la sera stessa e prevedono una piccola quota di partecipazione per sostenere l'attività.

Le esposizioni.
Via Severino Zanelli / pazzetta del Poggio dalle 20:00
Nella via che sale al Castello illuminata solo da candele, nuovi e collaudati artisti esporranno le loro opere. L'arte non ha limiti espressivi e nemmeno il tempo riesce a limitarla, le nuove forme come la fotografia il fumetto e la video arte nascono e si fondono con le antiche tecniche pittoriche e scultoree.
Fra gli espositori sarà presente una piccola serigrafia: gli spettatori sono invitati a portare una maglietta o quello che preferiscono per farsela serigrafare con il logo della Nuova Città Vecchia.
Hanno confermato la loro presenza: Robo, Daria Tansini, Isabella Deste, Brucio Tavole, Le Grottesche, Eva Costance, Daniele Brochetelli, Fabio Monster, Lo-Fi Comics, Bianca Boriassi, Miss Lovett Pictures, Filippo Capitani.

I burattini.
Via Severino Zanelli spazio Battigia dalle ore 21:00
In un antico fondo del carugio che sale al Castello due persone per volta potranno gustare lo spettacolo di marionette meccaniche offerto dal Coppelia Theatre.

La parata
Piazza Garibaldi ore 21:30.
La manifestazione sarà accompagnata lungo il suo percorso da una parata con musica e artisti circensi. L'inizio della manifestazione si svolgerà lungo Calata Mazzini. La parata sarà composta da trampolieri e acrobati di tutte le età, musicanti e marinai strilloni e condurrà gli spettatori agli spettacoli che si susseguiranno.
Faranno parte della parata: sui trampoli Federico Faggioni, Patrizia Belardi e Ivan Biglioli, le giovanissime trampoliere della piccola scuola di circo A TESTA IN GIU, l'acrobata Margherita Erario con le sue giovani ginnaste, lo strillone, il trombettista Giovanni Franceschini e il percussionista.

L'acrobatica aerea.
Calata Mazzini ore 21:45
Calata Mazzini. Un telo che si libra nell'aria, un'acrobata che danza sull'acqua e volteggia nel vuoto accompagnata sulle note di un pianoforte terrà gli spettatori col fiato sospeso e il naso all'insù in un momento di estatica e romantica poesia.
Chiara Martini all'acrobatica aerea e il pianista sul mare Jan Schuster.

Il concerto in dialetto.
Calata Mazzini ore 22:00
Sedute fra le reti dei pescatori del molo accompagnate dalle loro chitarre due custodi del sapere popolare lericino canteranno le storie antiche della tradizione dialettale del nostro borgo.
Le stornellatrici saranno Lucia e Paola Bonazzi.

Lo spettacolo del fuoco
Calata Mazzini ore 22:30
Faisca de Luz Anna presenta uno spettacolo di giocoleria e danza con il fuoco.

La volta del Poeta.
Via Severino Zanelli ore 23:00
Sotto la volta si alterneranno due poeti moderni che con nuovi metodi comunicativi e nuovi temi ci faranno provare sulla pelle che la poesia è viva e non è assolutamente noiosa. I poeti saranno Alfonso Pierro e Joe Vando Plavo.

Il concerto
Il Poggio ore 23.30
La chitarra acustica di Susanna Roncallo nella cornice della piazzetta del Poggio, luogo intimo e suggestivo che ha ospitato nel tempo artisti come l'editore Valentino Bompiani e il regista scrittore Pier Paolo Pasolini. La principessa del Castello Eva accoglierà come propri ospiti i visitatori e spettatori.

Il Castello
Piazzetta San Giorgio dalle ore 21:00
Un'enorme proiezione realizzata dai video-artisti Alessandra Leone e Jacopo Buccarelli, illuminerà l'intero castello. Nuove immagini e nuovi riferimenti culturali si costruiscono sulle antiche pareti del Castello.

Il Castello, spettacolo finale
Piazzetta San Giorgio dalle ore 00:00
Le proiezioni degli artisti Alessandra e Jacopo dialogheranno con la musica elettronica suonata dal vivo.
Incursioni di danza moderna sposteranno l'attenzione e le luci sugli angoli della piazza trasformata a palcoscenico per due spettacoli. Il primo sarà diviso in parti brevi: lo spettacolo di danza contemporanea "Equal Shares, il corpo come interlocutore fra luci ed ombra" presentato dalla danzatrice Carolina Amoretti sulle note di Umberto F. e le proiezioni di Jacopo Buccarelli.
Il secondo spettacolo sarà una performance pensata appositamente per il Castello e la sua incantevole piazzetta dal titolo "Shadows" che vede la partecipazione delle danzatrici Francesca Montecampi e Rossana Abritta.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Stabili le terapie intensive, 1871 i positivi residenti nello spezzino. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Oggi un nuovo sciopero e presidio dei sindacati di fronte alla struttura. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa