Cristiani in Medio Oriente, Musulmani in Europa: Wael Farouq apre la Festa di Avvenire In evidenza

Torna anche quest'anno l'appuntamento fisso dell'estate lericina: la Festa di Avvenire, che sabato 25 luglio prenderà il via con la Santa Messa inaugurale presieduta dal Vescovo Luigi Ernesto Palletti .

Martedì, 21 Luglio 2015 13:08
Giunta ormai alla quarantesima edizione e organizzata come sempre dalla parrocchia lericina, si svolgerà da sabato 25 Luglio a domenica 3 Agosto e, anche quest'anno, Avvenire porterà a Lerici numerosi ospiti pronti a parlare di interessanti argomenti di attualità, ma non solo: come sempre la parrocchia si animerà anche di cene insieme ed eventi per bambini.

La convivenza tra mussulmani e cattolici e il gioco d'azzardo sono i due argomenti che porteranno e Lerici i due ospiti di caratura internazionale previsti per questa quarantesima edizione. Il primo, in calendario lunedì 27 luglio, è Wael Farouq per l'incontro dal titolo "Cristiani in Medio Oriente, Musulmani in Europa: la sfida della convivenza" che si terrà alle ore 21.00 presso Rotonda Vassallo. Insieme al professore sarà ospite anche Giorgio Paolucci, già vice direttore di Avvenire.

 

"Il curriculum di Farouq, egiziano e musulmano, è decisamente importante. - spiega Fabio Scorretti, uno degli organizzatori della festa, che sottolinea il valore di un ospite di tale livello specialmente considerato il contesto storico che stiamo vivendo- Docente di Scienze Linguistiche all'Università Cattolica di Milano e insegnante presso l'Istituto di lingua araba dell'università americana del Cairo, tiene regolarmente conferenze in numerose università, tra le quali Torino e Bologna, ma anche New York, Washington e Madrid; è esperto di problemi di integrazione tra le diverse comunità religiose in Europa come in Medio Oriente; ha assunto spesso posizioni molto coraggiose che lo hanno reso giustamente noto ma che, allo stesso tempo, sono state oggetto di forti critiche da parte degli ambienti più radicali".

Prosegue Scorretti, per approfondire l'importanza di una personalità così rilevante ospite a Lerici: "Farouq è grande estimatore dell'attuale Presidente Egiziano Sisi e ritiene che l'Egitto oggi si sia incamminato in una strada che porta a compimento il cambiamento che il popolo aveva chiesto a gran voce con la rivoluzione del Gennaio 2011. In particolare sostiene che l'attuale governo, liberatosi dall'alleanza con alcuni gruppi dell'islam politico, possa concedere maggiore libertà ai cristiani d'Egitto. Questo cambiamento è anche il frutto di un sentimento di reale fraternità tra le comunità cristiane e musulmane che in Egitto non si era mai interrotto anche se inviso alle frange più estremiste e radicali dell'islam politico. A riguardo ricorda come lui stesso abbia visto intere comunità musulmane fare da scudo ai cristiani onde permettere loro di celebrare messa e come, per analogia, ci sia stata una mobilitazione dei cristiani per permettere ai musulmani di celebrare in sicurezza le loro funzioni. Ricorda anche la visita del Presidente Sisi alla Messa di Natale alla Cattedrale Copta di San Marco al Cairo e lo scambio di auguri tra le due comunità. Non ha dubbi che l'Egitto rappresenti oggi un laboratorio, unico nel suo genere, per dimostrare la possibile convivenza in pace oggi tra cristiani e musulmani. Sostiene anche con convinzione che spesso le rivalità, gli attriti e gli scontri non siano fenomeni genuinamente polari ma piuttosto orchestrati ad arte per motivi politici come nel caso dell'ex-presidente Egiziano Mubarak".

(21 luglio)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

8 pazienti ospedalizzati in meno, 1962 i positivi residenti alla Spezia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa