Le Lettere di Mozart: domenica in musica a Sarzana In evidenza

"Le Lettere di Mozart", terzo appuntamento per "Domeniche in Musica", organizzato dall'Associazione Amici della Musica in collaborazione con la Città di Sarzana-Assessorato alla Cultura del Comune di Sarzana, si svolgerà alle ore 21.15, anziché alle ore 18.00, come indicato nel programma generale della rassegna (per via della concomitanza dei canti e balli della Resistenza, che si svolgeranno in Piazza Matteotti, in occasione del 70^ della liberazione). 

Giovedì, 16 Aprile 2015 11:40
"Le Lettere di Mozart", è uno spettacolo di teatro musicale liberamente ispirato all'epistolario di W. A. Mozart che vede protagonisti Toni Garbini, come voce recitante e Giuseppe Santucci al pianoforte.

"Le Lettere di Mozart", un percorso attraverso la genialità di un grande artista, che racconta di sé con spiccata ironia e fa emergere la sua sensibilità, la sua demenzialità giocosa, le sue paure e i suoi valori.

Un viaggio attraverso l'Europa, con particolare riferimento all'Italia, patria della cultura europea. Un'Italia che Wolfgang, adolescente e giovane uomo visitò insieme al padre Leopold tra il 1769 e il 1773 per tre volte. Furono viaggi di istruzione, attraverso i quali l'artista poté osservare da vicino elementi fondamentali della vocalità italiana, insiti nell'opera, della quale l'Italia era la capitale. Poté dunque perfezionare lo studio della lingua e prendere coscienza di quanto si dovessero affinare le tecniche di costruzione della musica in senso generale per poter raggiungere tali livelli di precisione. Sicuramente i viaggi in Italia cambiarono la visione della musica del giovane. Cominciò ad insinuarvisi dentro la volontà di esibire una melodicità marcata, ben lungi da ciò che era la musica austriaca, molto più improntata su uno stile severo ed arido da questo punto di vista e molto più basato su tecnicismi piuttosto che lirismi.

Il suo entusiasmo nel visitare il paese traspare proprio dalle sue parole: "Ho il cuore trasognato dalla gran gioia: questo viaggio è veramente divertente perché nella vettura è molto caldo e perché il nostro cocchiere è un ragazzo esperto che non appena la strada lo permette guida assai velocemente". È il 13 Dicembre 1769 e Mozart ha appena 14 anni.

Quello che avverrà negli anni successivi, oltre ai suoi viaggi in Italia è patrimonio della storia e non solamente della storia della musica. La storia l'hanno fatta gli uomini, vissuti nelle varie epoche, le quali spesso e volentieri si identificano proprio con il nome di questo o quell'artista o attingendo magari alla parola "stile", laddove si voglia sottolineare che quel concetto, quel brano è fatto alla maniera di..

"Le Lettere di Mozart" , brillantemente presentate da Toni Garbini, voce e Giuseppe Santucci, pianoforte ci porteranno in un viaggio intimistico che si colorerà di inflessioni sinuose che solamente parola e musica possono fare assaporare, in quel connubio perfetto che da sempre riescono ad ottenere.

Toni Garbini, drammaturgo e regista sarzanese. Tra i suoi testi si segnalano: "Il sogno nel cassetto" che riceve la menzione speciale del premio di drammaturgia Oddone Cappellino al Festival delle Colline Torinesi 2004 e "Quo" pubblicato nella rivista on line Dramma.it, 2013. Ideatore di numerosi spettacoli che partecipano a rassegne, le quali Zona Franca/ Teatro delle Briciole Parma, Piccoli Fuochi/ Teatro di Buti Pisa, Lunatica Festival/ Provincia Massa Carrara e il Festival della Mente/ Sarzana.

Tra questi si ricorda l'allestimento de "Il soccombente", tratto dall'omonimo romanzo di Thomas Bernhard, segnalato sul "Patalogo 31 – Annuario del Teatro 2008" edito da Ubulibri.

Dal 2001 lavora come responsabile di Teatro Ocra che opera nelle realtà problematiche del territorio tra La Spezia e Massa Carrara, il carcere, la scuola, il disagio da dipendenze e la disabilità fisica e mentale.

Come autore video partecipa a festival italiani e internazionali quali il Genova Film Festival 2009 (ottenendo una menzione speciale della Giuria), Lo spiraglio - festival cinematografico dedicato alla salute mentale (Casa del Cinema di Roma, 2011), Vidéoformes di Montbeliard (Francia 1997), Moi de la photo-off - Paris (2008) e alla collettiva "Body - no body" presso la galleria Bertrand Grimont di Parigi (2011).

Giuseppe Santucci, pianista spezzino diplomatosi presso il Conservatorio di Musica della propria città con il massimo dei voti e successivamente laureatosi in "pianoforte ad indirizzo concertistico" con 110 e lode.

Si perfeziona poi sotto la guida del M° G. Carmassi frequentando parallelamente Master Classes con nomi di prestigio quali R. Risaliti, S. Perticaroli, B. Canino, G. Kiss e amplia la sua formazione musicale studiando musica da camera con il M° Folco Vichi, clavicembalo con la Proff.ssa A. Bianchi e apprendendo i principali rudimenti della direzione d'orchestra dal M° G. Bruno.

Di ampi orizzonti, ha da sempre inteso il pianoforte a 360° esibendosi come solista, camerista, solista con orchestra, pianista in orchestra, accompagnatore di cori, accompagnatore di cantanti e strumentisti e collaboratore di scuole di danza.

Premiato in importanti concorsi nazionali e internazionali, ha tenuto concerti in numerose città italiane, tra le quali Roma, Perugia, Firenze, Milano e all'estero, Villingen, Satu Mare, Mosca, Marrachek, Ginevra e per enti di prestigio, tra i quali "Società dei Concerti di Milano", "Camera dei Deputati", "Caffè de La Versiliana, "Conservatorio di Firenze", "Conservatorio di La Spezia", "Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori"...

Ha lavorato con nomi di spicco quali il soprano Paola Sanguinetti, il soprano Silvana Froli, la cantante pop Barbara Monte, il ballerino e coreografo Antonio Colandrea, il pianista e direttore Carlo Bernini e con il famosissimo tenore Andrea Bocelli con il quale si esibisce regolarmente.

Ingresso libero. Apertura della Sala Consiliare ore 20.45.

Per informazioni 328.8227643, www.accademiabianchi.it, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Accademia Bianchi

Via Landinelli 58 
19038 Sarzana (SP)

Tel. Prof.ssa Stefania Nardi (+39 328 8227643)

www.accademiabianchi.it/

Ultimi da Accademia Bianchi

L'Accademia Musicale Bianchi e il Comune di Fosdinovo organizzano due eventi musicali a Villa Malaspina a Caniparola di Fosdinovo. Leggi tutto
Accademia Bianchi
Martedì 18 Settembre l’incontro informativo di inizio anno accademico Leggi tutto
Accademia Bianchi

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa