massardo kassamatis massardo kassamatis
TOTI SANSA MASSARDO SALVATORE CASSIMATIS
CHIAPPORI CARPI  VISIGALLI BENETTI RUSSO
383.053
265.506 16.546 6.088 1.244 3.569 576 1.129 3.165 1.614
 56.13%   38.90% 
  2.42% 0.89%
  0.18% 0.52%  0.08%  0.17%  0.46%  0.24% 

REGIONALI 2020

AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE 

Due secoli di carabinieri. In Fondazione una mostra sui 200 anni dell’Arma In evidenza

di Doris Fresco - Verrà inaugurata alla presenza delle autorità spezzine questo pomeriggio, 31 ottobre, alle ore 18 la mostra dedicata ai festeggiamenti per il bicentenario dell'Arma dei Carabinieri. Una mostra, ospitata dai locali della Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia, che ha lo scopo di divulgare il valore sociale che questa istituzione occupa nella storia d'Italia. 

Venerdì, 31 Ottobre 2014 15:28

Aperta al pubblico da oggi pomeriggio, 31 ottobre, fino al 7 novembre prossimo, la mostra è stata presentata in anteprima alla stampa questa mattina dal Colonnello Francesco Marra, Comandante Provinciale dei Carabinieri della Spezia e da Rosanna Stretti, Vice Presidente Fondazione Carispezia.

«L'Arma dei Carabinieri nel 2014 ha compiuto 200 anni e per celebrare l'anniversario il Comando Generale dell'Arma ha intrapreso una serie di iniziative a livello nazionale- spiega il Colonnello- "I Carabinieri d'Italia 1814-2014", la mostra promossa dal Comando Provinciale della Spezia e ospitata negli spazi della Fondazione Carispezia, rientra in queste importanti iniziative. Lo scopo principale è quello di diffondere ulteriormente l'immagine dell'Arma nell'opinione pubblica e favorirne la vicinanza e il rapporto di fiducia con le autorità e le comunità locali».

"I Carabinieri d'Italia 1814-2014" è stata pensata per offrire innanzitutto un viaggio nell'Arma, ad esempio proponendo al pubblico l'esposizione di undici divise storiche, o attraverso l'esposizione di alcune tavole a colori che ripercorrono i 200 anni di storia dell'Arma, che sono state ricavate dagli ultimi quattro calendari storici e una collezione di copertine della Domenica del Corriere raffiguranti azioni belliche che hanno visto protagonisti i Carabinieri. Sarà possibile vedere anche alcuni oggetti provenienti dal Comando Carabinieri Subacquei di Genova e dal Museo Storico della Marina Militare e in una sala verrà proiettato un documentario storico. Non solo: nel salone centrale è stato allestito un esempio di reparto di soccorso, costituito da attrezzature utilizzate nelle operazioni di soccorso alla popolazione in caso di calamità naturali.
L'arma, attraverso questa mostra vuole raccontarsi alla comunità e in particolare agli studenti: «a questo scopo- prosegue il Colonnello- sono stati coinvolti nell'iniziativa tutti gli Istituti Scolastici della Spezia: alcune classi questa mattina hanno partecipato ad una conferenza nei locali di Teleliguria Sud, dove hanno potuto ascoltare lo storico Arrigo Petacco e vedere in anteprima il documentario sulla storia dell'Arma, lo stesso che sarà visibile anche all'interno della mostra. Crediamo sia importante che i ragazzi della nostra città conoscano la secolare storia dell'Arma dei Carabinieri».
Con il passare degli anni, l'Arma è stata testimone delle profonde trasformazioni della società e i carabinieri sono sempre stati protagonisti, dalle Guerre d'Indipendenza all'Unità d'Italia, dalle guerre mondiali, arrivando fino ad oggi. I Carabinieri sono stati istituiti con le Regie Patenti del 13 luglio 1814 come "Corpo di militari per buona condotta e saviezza distinti" e hanno indissolubilmente legato la loro storia a quella del Paese: sono stati protagonisti nelle tre Guerre di Indipendenza e da allora hanno accompagnato la nascita e la crescita dell'Italia. Ne hanno condiviso i successi ed alleviato le ferite: la mostra vuole ricordare tutto questo. Il cittadino, oggi come 200 anni fa, sa che può contare sul Carabiniere: austero e professionale tutore dell'ordine, ma anche figura amica, volto buono al quale rivolgersi in caso di bisogno.
Missioni all'estero, esempi attuali di operatività sul territorio in situazioni critiche, come le alluvioni, i dissesti ambientali e persino l'impegno durante la tragica esperienza della Costa Concordia. Nella mostra troviamo tutto questo: documenti, cenni storici, focus sui progetti e materiale da toccare con mano, per capire davvero il senso dell'Arma.
All'esterno dei locali saranno esposte e visibili al pubblico due moto BMW ed in dotazione all'Aliquota Motociclisti e una "gazzella" Alfa Romeo 159 in dotazione all'Aliquota Radiomobile.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Durante il punto stampa di aggiornamento sulla situazione coronavirus in Liguria è stato anche confermato l'ingresso negli stadi per le partite di Serie A fino a 1000 persone. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Ora i positivi nello spezzino salgono a 1070. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa