"Raccontami una storia", letture animate con il clown Francesca

Il clown Franesca sarà protagonista di "Raccontami una storia", un ciclo di letture animate dei suoi racconti per la primaria del II Giugno. Corso di formazione per genitori, educatori e curiosi.

Martedì, 21 Ottobre 2014 09:56
PREMESSA
Il progetto nasce con l'intento di avvicinare il bambino e l'adulto al mondo dei libri e alla Biblioteca.
Una delle metodologie più efficaci per realizzare tale scopo, e quindi portare i bambini in Biblioteca, è quella della lettura animata, del racconto recitato, narrato o rappresentato attraverso oggetti, parole, teatralità e pupazzi. L'idea è di formare un gruppo di educatori, genitori, nonni e quanti ne sono interessati, in grado di appropriarsi di alcune tecniche narrative per consentire loro di leggere in Biblioteca ai propri e ad altri bambini e di creare così un ponte affettivo tra bambino e libro.
Genitori, nonni, educatori e chiunque sia interessato può diventare il nuovo lettore di cui la Biblioteca può avvalersi periodicamente per raccontare le fiabe ai bambini.

OBIETTIVI DEL PROGETTO
Apprendere nuove tecniche per la narrazione e la lettura.
Promuovere la lettura.
Stimolare i bambini a frequentare la Biblioteca.
Creare un gruppo di genitori, nonni, insegnanti e curiosi che possa anche divenire gruppo permanente di lettura per i bambini.
Favorire l'incontro tra bambini e adulti.
Sviluppare nel bambino il piacere della lettura e del racconto.
Sviluppare l'ascolto alla narrazione.

IL PERCORSO FORMATIVO
Approccio conoscitivo alla fiaba.
Cos'è la fiaba. Perché è importante per il bambino. Come scegliere una fiaba. Come raccontare una fiaba. Come creare una giusta atmosfera per preparare il bambino all'ascolto. La cura dell'ambiente, l'eventuale scelta delle musiche, degli oggetti, la cura dei gesti e della voce.
Semplici esercizi teatrali sul corpo, sulle emozioni, sulla voce e tecniche per la memoria.
Giochi di espressività corporea, giochi di improvvisazione e drammatizzazione, mimica corporea di base, come imparare a memorizzare le fiabe, come usare la voce, sviluppare l'attenzione al ritmo.
Tecniche di lettura animata.
Dimostrazione da parte dell'esperto delle differenti metodologie narrative: lettura, attoriale, microteatro, teatro di figura con l'utilizzo di pupazzi, sagome, illustrazioni... I corsisti in seguito possono sperimentare singolarmente la tecnica che più sentono vicino a loro. Scelta della fiaba da rappresentare, classica o moderna. Elaborazione del copione. Narrazione della storia, sulla base del materiale e delle conoscenze acquisite, come se dovessero proporlo ad un gruppo di bambini.
I materiali e gli strumenti di lavoro vengono messi a disposizione dall'esperto e dagli educatori in base alle storie che vengono scelte e della loro inventiva.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Centrosinistra e M5S chiedono lo stop al progetto con una mozione in consiglio comunale e ricordano le promesse dell’amministrazione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il presidente della Regione Giovanni Toti commenta la decisione del consiglio comunale di Porto Venere. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa