Rischia di scomparire lo storico Circolo Petriccioli In evidenza

LA SPEZIA - Il Circolo Petriccioli, una presenza antica, discreta ma costante nella vita sociale della città, rischia di scomparire.

Sabato, 18 Agosto 2012 15:52
  Il Circolo trova la sua sede unica e storica in via Vailunga 41 in un edificio che non ha alcun pregio architettonico ma che è un pezzo di storia della Spezia. Possiamo cominciare a datarne l'esistenza - spiegano al Circolo - da documenti dai quali si evince che, nel lontano passato, ebbe la funzione di stazione di posta sulla via per Parma. Dopo che la proprietà, di questo come di tutti quelli esistenti in zona, fu trasferita al "Conte" Andreino (da cui il toponimo di Villa Andreino dato alla casa padronale e, di conseguenza, a tutto il piccolo quartiere che la circondava), l'edificio divenne la scuderia del vicino maneggio, che, fino a poche decine di anni fa, prendeva il posto là dove ora si vendono auto sul fronte di via Fontevivo.

Una parte di questa struttura fu, poi, data in concessione, durante, il regime fascista, per la costituzione di un Circolo Dopolavoristico per i dipendenti delle Ferrovie dello Stato, che occupavano anche molte delle costruzioni di proprietà del "Conte". Per loro fu addirittura realizzata una palazzina su via Fontevivo, che ancora oggi ospita personale o ex-personale delle Ferrovie.

Dopo la seconda guerra mondiale, una volta che il problema sopravvivenza cominciò a diventare un ricordo, la struttura del Circolo di Villa Andreino venne usata per la costituzione del "Circolo Petriccioli" (era il 1959) con il patrocinio dell'ENDAS. Da allora, ininterrottamente, questa struttura ha sfidato il tempo, le mode, le generazioni. Oggi, però, corre un serio pericolo: la proprietà vuole vendere l'immobile.

"Chiediamo, quindi, ad amici e simpatizzanti - si legge nella pagina Facebook appositamente aperta dal Circolo - di fare girare la notizia che intendiamo resistere a questa richiesta, che necessitiamo dell'appoggio sincero e disinteressato di tutti voi per continuare ad esistere, per rappresentare un punto di riunione di adulti e giovani, con un progetto in mente, quello di farlo diventare un polo di attrazione per tutta la cittadinanza. Dateci una mano. Venite a trovarci".

E allora si lavora su due tavoli: da una parte sono in corso contatti con la proprietà, tesi a verificare tutte le alternative possibili, e dall'altra si cerca di promuovere un movimento di sostegno perché il locale continui ad esistere, per non cancellare un pezzo di storia cittadina, che, anzi, andrebbe fatta conoscere anche a chi ne ignora l'esistenza.

"Per poterci garantire la sopravvivenza - dicono invia Vailunga - abbiamo bisogno di ingrandire la nostra base di iscritti. Abbiamo, quindi, pensato a una serie di serate, rigorosamente di sabato, dal 25 agosto al 29 settembre, durante le quali, oltre a dell'ottimo cibo preparato da cuochi di prim'ordine, si terranno degli spettacoli musicali. Cominciamo sabato 25 agosto con carpaccio di mare, maltagliati zucchine e gamberetti, fritto di mare con insalata, vino Chardonnay e caffè a 25€. Interverrà il Duo Maritè con musiche anni '70 e '80. E' obbligatoria la prenotazione entro giovedì 23".

(18 agosto 2012)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il presidio in piazza Europa si trasforma in un corteo. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
"Le strutture pubbliche devono aiutarli, ma questa, con la chiusura dielle palestre, è l'unica area cittadina per praticare l'atletica". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa