Rex, Lerici, Tarabotto: un libro per chiudere i festeggiamenti

di Doris Fresco

È stato presentato oggi, sabato 14 settembre 2013, il libro "Rex Lerici Tarabotto. Il supertransatlantico, il suo comandante e la marineria lericina nell'ottantesimo anniversario della conquista del Nastro Azzurro".

Sabato, 14 Settembre 2013 15:08
«Il libro che oggi presentiamo al pubblico arriva a conclusione di un lungo periodo di festa- commenta il Sindaco di Lerici Marco Caluri- e vuole essere una celebrazione della grande tradizione marinara lericina.» Quest'estate, ad ottant'anni dalla conquista del Nastro Azzurro, ha significato, in effetti, molto per tanti lericini: per quelli che hanno vissuto o che vivono la vita del mare ogni giorni, lavorando nel settore, ma anche per tutti quelli che avevano bisogno di riscoprire l'orgoglio di fare parte di un paese che negli anni si è anche saputo imporre, raggiungendo traguardi altissimi.
Il libro dunque vuole essere un simbolo che porta alla conclusione i festeggiamenti che sono partiti il 28 luglio scorso con l'inaugurazione e l'accensione della grande sagoma di 90 metri per 30 ideata e progettata da Marco Condotti che riproduce il gigante dei mari e che ha illuminato, con le sue luci led, l'intera estate lericina dalla scogliera di Calata Mazzini. «Festeggiamenti dedicati, come questo libro, sicuramente al Comandante Tarabotto, ma non solo: i lericini avevano bisogno di sentirsi orgogliosi e di rendersi conto di quanto sia importante il cuore di Lerici, fatto di una lunga tradizione marinara- prosegue Caluri- da parte nostra, pubblicando il libro, vogliamo che questi sentimenti, riemersi quest'estate, rimangano indelebili per il futuro.»
Presente anche il Commissario Straordinario dell'Autorità Portuale della Spezia Lorenzo Forcieri, che racconta: «abbiamo scelto di pubblicare questo volume per tramandare una preziosa raccolta di immagini, testimonianza necessaria anche per suscitare sentimenti di speranza e ottimismo nei nostri giovani, che, attraverso la scoperta del Rex e dei suoi primati, possono rendersi conto che un percorso possibile e ricco di soddisfazioni alla Spezia esiste, grazie alla tradizione e alle opportunità offerte dalla tradizione marinaresca. È all'Italia delle eccellenze che dobbiamo guardare se vogliamo combattere la crisi, risalire la china e tornare a crescere». Il libro si sviluppa in più parti e segue parallelamente tutti i protagonisti: il Rex, il comandante Tarabotto e Lerici. Enrico Calzolari, curatore del libro, commenta «mi auguro che questo libro possa essere un forte elemento di meditazione, sul valore della nostra grande tradizione marinara e sul grande valore e capacità di sopravvivenza dei nostri marittimi».
Non disperino i ritardatari: i festeggiamenti sono giunti al termine, ma, oltre al libro, per conoscere meglio l'impresa che ha fatto conquistare il Nastro Azzurro nel 1933 al comandante del Rex Francesco Tarabotto, fino al 27 ottobre è ancora visitabile, al castello di Lerici, la mostra dal titolo "Lerici, Tarabotto e l'epopea dei transatlantici". «Una mostra che sta avendo un grande successo- spiega Bernardo Ratti, Presidente della Società Marittima di Mutuo Soccorso- che si sviluppa su tre piani e che racconta, attraverso immagini, strumenti e documenti la grande storia dei transatlantici e del lericino Francesco Tarabotto, che in 4 giorni, 13 ore e 58 minuti nel 1933 attraversa tutto l'Atlantico, aggiudicandosi il trofeo e strappando il record al transatlantico tedesco Bremen. Il Rex entra nella storia come il dominatore del tempo e con lui anche la Liguria e Lerici in particolare.»

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Giacomo Cavanna - La CGIL interviene sulla riqualificazione dell'ex Colonia Olivetti di Marinella chiedendo maggiori risposte e garanzie Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Un decesso al San Bartolomeo di Sarzana Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa