Varese Ligure, continua l'estate della "Traviata"

L'ASSOCIAZIONE CULTURALE LIRICA CLUB VARESE LIGURE (27° STAGIONE LIRICA - AGOSTO 2013) presenta LA TRAVIATA di G. VERDI, Melodramma in 3 atti di Giuseppe Verdi sul libretto di Francesco Maria Piave dal dramma "La dame aux camélias" di Alexandre Dumas figlio. VARESE LIGURE – PIAZZA FIESCHI - BORGO ROTONDO. Sabato 3, Martedì 6, Giovedì 8, Sabato 10 Agosto 2013 ORE 21.00.

Lunedì, 05 Agosto 2013 14:57

La Traviata in scena nel borgo rotondo di Varese Ligure per il bicentenario verdiano sarà diretta da un volto noto e amato dal pubblico, Edoardo Siravo.

Quest'anno oltre a festeggiare i 27 anni di vita del "Lirica Club", l'affascinante borgo varesino immerso nella rigogliosa natura della Val di Vara si prepara a celebrare il "Bicentenario verdiano" con una delle opere più amate del repertorio lirico, "La Traviata". Cadono infatti nel 2013 i 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi, compositore considerato patrimonio dell'umanità, che ancora oggi continua a emozionare e conquistare il pubblico di ogni tempo.
"Ci è parso doveroso omaggiare anche noi, grandi appassionati d'opera,- racconta Alberto Campanini, Presidente del Lirica Club Varese Ligure- questo grande compositore. Tutti conosciamo la storia di Traviata e quante rappresentazioni ne avremo viste in città e teatri diversi più o meno prestigiosi, e anche quest'anno ne potremo trovare dieci, cento, mille di rappresentazioni di quest'opera amata in tutto il mondo. Quello che contraddistingue Varese Ligure sarà la possibilità di rivivere la storia di Violetta ascoltando la grande musica del Maestro di Busseto nell'unicità di un luogo incantato, seduti comodamente in un salotto unico e naturale dato dal "Borgo Rotondo"." Il borgo Rotondo di Varese Ligure rappresenta infatti un palcoscenico all'aperto con acustica ineccepibile, in grado di fare da sfondo a grandi interpreti e a una serata magica e irripetibile. ".
"La Traviata" è una delle opere più rappresentate al mondo, la storia di Violetta Valery cortigiana più ambita di Parigi minata dalla tisi, che decide di lasciare il suo mondo dorato per l'amore di un giovane di buona famiglia: Alfredo Germont, un amore di totale devozione e sacrificio racchiuso in un implorazione viscerale, Amami Alfredo! Con Violetta Valery, Verdi disegna la figura di una donna immortale, pronta a sacrificarsi per amore, che entra a tutto diritto a far parte dei grandi miti narrati attraverso le arti.

Anche quest'anno visto il successo di quello passato, la regia sarà affidata al noto attore e doppiatore Edoardo Siravo (vedi intervista a seguire). Volto della televisione Italiana, Siravo è protagonista di diversi sceneggiati e uno dei personaggi principali della soap opera "Vivere", oltre a essere doppiatore e regista. Lo ricordiamo come voce di numerosi attori tra i quali figura anche l'attore francese Depardieu.
Al pianoforte torna il giovane e raffinato interprete Emanuele Delucchi, Primo premio in vari concorsi nazionali e internazionali, è stato definito impavido virtuoso, pianista dalla notevole capacità interpretativa ed eccellente tecnica, uno dei più versatili ed eclettici virtuosi che Genova abbia coltivato negli ultimi anni, un vero leone della tastiera, una scoperta.
Il cast mostra nomi di particolare interesse a partire dal soprano che vestirà il ruolo di Violetta, Angelica Cirillo, dalla vocalità scura e molto duttile che nell'arco della sua carriera le ha permesso di affrontare con successo un vastissimo repertorio. La Cirillo appena tornata da New York dove si è esibita in tournèe alla Carnegie Hall, pur avendo interpretato numerosi ruoli da primadonna in Teatri italiani ed Esteri si mostra ben lontana da atteggiamenti divistici: "mi ritengo una semplice donna con il dono della voce e la metto al servizio dei grandi Maestri in questo caso come Giuseppe Verdi".
Accanto a lei nel ruolo di Alfredo si alterneranno i tenori Giampiero De Paoli e Giorgio Casciarri: Giorgio Casciarri di cui ricordiamo alcune tappe della sua carriera in teatri quali la Scala di Milano, Metropolitan di New York, Staatoper di Vienna, etc.; Giampiero de Paoli, nativo di Varese Ligure, tenore che aveva riscosso già nell'89 un grande successo esibendosi nella stagione lirica varesesina in "Don pasquale" e poi ancora nei due anni anni successivi in "Elisir d'Amore" e "Don Giovanni", lo ritroviamo a distanza di anni ormai affermato solista.
Giorgio Germont sarà il baritono Sergio Bologna: Carrarese, Bologna vince i concorsi "Iris Adami Corradetti" e "Città di Roma", vestendo negli anni ruoli dal belcanto sino al repertorio verdiano e pucciniano.
Accanto a questi spiccano i nomi di Davide Rocca (il barone Dophoul), baritono che alle spalle ha una carriera che lo vede esibirsi in Teatri importanti come La Scala di Milano, e di giovani che già stanno riscuotendo importanti successi come Costa Lastos (Gastone), Veronica Esposito (Flora) ed Elena Cavalli (Annina).

I protagonisti saranno affiancati infatti da alcuni promettenti cantanti liguri che affrontando ruoli minori avranno la possibilità di compiere i primi passi nel mondo del teatro. "Rivolgere un occhio di riguardo verso i giovani talentuosi è sempre stata prerogativa del Lirica Club – afferma Alberto Campanini- che oggi può felicemente riconoscere tra i professionisti del panorama nazionale e internazionale alcuni degli artisti passati sul palcoscenico del borgo rotondo".
Il coro che in "Traviata" riveste un ruolo di particolare importanza sarà il "Coro Lirico Quadrivium": formato da giovani cantanti dell'area genovese, professionisti e amanti della musica, di consolidata esperienza maturata nel corso di anni di attività in importanti realtà musicali dentro e fuori la regione ligure, in ambito lirico/teatrale e nella musica sacra, profondamente uniti nel desiderio di condividere il grande dono della voce attraverso l'espressione artistica. Da Gennaio 2012 il coro è diretto dal Maestro titolare Giovanni B. Bergamo, apprezzato Direttore d'orchestra e Direttore di Coro del panorama musicale italiano.
Interessante novità di questa stagione saranno le creazioni costumistiche di "Magia Mask", dell'artista Marco di Lauro. Forte di un linguaggio artistico innovativo, Lauro unisce le maschere grezze della città veneziana con le sete e le stoffe prodotte nella sua città d'origine, Como. Le sue opere sono una rivisitazione di sensazioni oniriche che sconfinano in atmosfere surreali e fantasiose, mantenendo le radici ben salde con la tradizione dei mascherai veneti. Nelle sue maschere, dalle quali emerge chiaramente la ricerca del passato, gli effetti di doratura e di colore sono ottenuti attraverso una tecnica elaborata, che si basa sulla stesura di colori acrilici o smalti e la decorazione è ottenuta con la tecnica della foglia d'oro e del rilievo. Le sue creazioni da più di 15 anni hanno partecipato a tutti i più importanti carnevali del nord Italia, per poi espatriare in Francia, Svizzera, Emirati Arabi sino ad approdare anche nel Borgo Rotondo di Varese Ligure.
L'evento è organizzato dall' "Associazione Lirica Club Varese Ligure" in collaborazione con il "Comune di Varese Ligure" e l' "Associazione Amici della Musica" città di Voghera.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Lo Spezia di Italiano contro la Roma di Fonseca si ritrovano all'Olimpico a pochi giorni di distanza dal match di Coppa Italia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Moto ondoso in aumento con mareggiate di Libeccio lungo le coste, intense in serata nel levante ligure. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa