“Ombre di Facce, Facce di Marinai”, tributo a De André a Borghetto il 24 agosto

Presso la piazza principale di Borghetto Vara (SP), il 24 agosto dalle 17.30, si svolge l'edizione 2013 di "Ombre di Facce, Facce di Marinai", tributo a Fabrizio De André con conferenze a tema e concerti. In questa occasione l'evento si apre con la conferenza "La musica popolare nelle canzoni di Fabrizio De André" con ospite il musicista Mario Arcari, già collaboratore di De André in più tournè e negli album "Creuza de ma", "Le nuvole" e "Anime Salve". Modera Laura Monferdini, dell'emporio-musica "Viadelcampo29Rosso".

Sabato, 20 Luglio 2013 16:37

Ad apertura e a chiusura della conferenza, con intermezzi musicali, un mini-concerto in acustico di Aldo Ascolese e Giuseppe Cirigliano, che portano la loro apprezzata "versione" delle canzoni di De André anche in questa edizione dell'evento.
In serata concerto-tributo nel quale si alterneranno sul palco due band: "Napo canta De André", guidata da Alberto "Napo" Napolitano, che da anni porta sul palco con successo le canzoni di Fabrizio De André e i "Mandillà", gruppo molto conosciuto in liguria che presenta il repertorio deandreiano in versione completamente dialettale.
All'interno del concerto è prevista la partecipazione straordinaria di Mario Arcari. Presso la biblioteca "Fabrizio De André", è previsto l'allestimento della mostra "Fabrizio De André, altre canzoni, altre storie" curata e illustrata in una chiacchierata informale da Walter Pistarini.
L'evento si svolge interamente nella piazza principale di Borghetto Vara (piazza Umberto I, antistante al Municipio)
Durante la manifestazione sarà possibile gustare i piatti tipici della zona grazie a stand e tavolate allestite per l'occasione.
L'evento è patrocinato da:
Comune di Borghetto di Vara
Con il contributo dell'emporio-musica "Viadelcampo29Rosso"
Con la promozione del sito non ufficiale dedicato a Fabrizio De André
"FaberDeAndre.Com"
Per ogni informazione
www.faberdeandre.com/ombre2013

 

www.facebook.com/ombredifacce

Breve scheda di Mario Arcari
Musicista di formazione classica si diploma in oboe nel '77 al Conservatorio di Milano con il M° Visai e comincia da subito ad esplorare ambiti musicali diversi: in orchestre sinfoniche e liriche, in complessi da camera, dall'avanguardia colta al Jazz, dalla musica popolare alla canzone d'autore. Come polistrumentista inizia a collaborare con Moni Ovadia nel Gruppo Folk Internazionale- Ensemble Havadià esibendosi nei maggiori festival europei, con Mauro Pagani nel '78 in un disco "storico" cui partecipano Demetrio Stratos, Teresa de Sio, gli AREA, Canzoniere del Lazio e PFM. Dagli anni '80 suona in una delle prime orchestre "eterodosse" del jazz italiano: la DOM di Dino Mariani, nei Six Mobiles di Roberto Ottaviano, nel Gruppo Contemporaneo di Guido Mazzon. Dal '86 fino ad oggi in tutte le produzioni del "Pipetett" di Franz Koglmann al fianco di musicisti come Paul Bley, Steve Lacy, Ran Blake, Tony Coe, Barre Phillips, Radu Malfatti, Phil Minton. Nelle "conduction" di Butch Morris a Verona Jazz '94, nel progetto dell' Holland Festival '97 con Guus Janssen, Ernst Reijseger e Gerry Hemingway, nell'orchestra di Parma Jazz Frontiere diretta da Roberto Bonati, in alcune produzioni di Luigi Cinque, nell'Ensemble diretto da Paolo Silvestri per Javier Girotto e nella "Band" di Katia Labeque (con Viktoria Mullova e Giovanni Sollima), in numerosi concerti e dischi con i migliori jazzisti italiani fino al recente trio con Antonello Salis e Armando Corsi. Ha eseguito musiche di Louis Andriessen, Steve Reich, Piero Milesi, Giorgio Battistelli, Pietro Pirelli, per "Nuova Consonanza", "Ars Ludi", "Sentieri Selvaggi".
Su commissione del "Carinthischer Sommer Festival" 2012 di Villach ha composto ed eseguito (con G. Mirabassi, R. Izzo, S. Cabrera) la musica di "Tous pour un, un pour tous".
A conferma della sua capacità di passare con sapiente ingenuità da un genere all'altro è presente in dischi e tournée di alcuni dei più importanti artisti pop italiani: Nel '84 registra il disco e partecipa alla tournée di "Creuza de ma" con Fabrizio de Andrè col quale registrerà anche gli album "Le Nuvole" ('90) e "Anime Salve" ('96) partecipando ai concerti successivi compreso quello mitico del Teatro Brancaccio.
Dal '90 comincia la lunga collaborazione con Ivano Fossati col quale registrerà gli album "Discanto" , "Lindberg" ('92) "Dal Vivo" vol.1-2 ('93), "Macramè" ('96) "Time and Silence" ('98) così come parteciperà a tutte le tournée di Fossati.
Ha registrato con la "London Symphony Orchestra" l'album dedicato a De Andrè "Sogno N°1" sotto la direzione di Geoff Westley. Ha diretto l'orchestra de La Notte della Taranta nelle edizioni 2007 – 2008 – 2009 curate da Mauro Pagani.
In ambito didattico ha tenuto nel 2010 un Master sulla "Third Stream" al Conservatorio di Brescia e nel 2011 un Master per i corsi di Oboe e Jazz al Conservatorio di Fermo. Dal '87 al '94 ha insegnato musica e canto alla Civica Scuola d'Arte Drammatica "P. Grassi" di Milano e frequentato così l'ambito teatrale come compositore di musiche di scena per numerosi spettacoli prodotti da Teatridithalia, Piccolo Teatro di Milano, Stabile di Genova, di Parma, di Palermo, CTB di Brescia, Teatro dell'Archivolto di Genova, Roma Europa Festival, ITC di S.Lazzaro.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Nell'elenco insieme alla regione francese della Bretagna, Belgio, Danimarca e Gran Bretagna. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
La città antica portava proprio il nome del satellite. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa