La storia di due camalli diventati attori va in scena... in porto In evidenza

Il racconto firmato da Massimo Minella sbarca nel terminal spezzino.

Lunedì, 20 Settembre 2021 15:03
 Franco Piccolo, Massimo Minella e Augusto Forin (da sinistra) Franco Piccolo, Massimo Minella e Augusto Forin (da sinistra) Foto di Donato Aquaro


Approda nel porto della Spezia il racconto “Maciste vs Cimaste”, scritto e interpretato da Massimo Minella, in scena insieme a Franco Piccolo (fisarmonica) e Augusto Forin (chitarra e voce). L’appuntamento è per sabato 25 settembre 2021 alle ore 18,30 al Terminal 1 in Largo Fiorillo a fianco della Capitaneria di Porto della Spezia.

 

Ad introdurre il racconto sarà il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, Mario Sommariva.

Minella, giornalista e scrittore, vicecaporedattore della redazione genovese di “Repubblica”, racconta dei due “camalli” del porto, uno di Genova l’altro della Spezia, diventati nella vita due attori del cinema muto: Bartolomeo Pagano, in arte Maciste, famosissimo e osannato dal pubblico ed Umberto Guarracino, in arte Cimaste, celebre invece per breve tempo, prima dell’oblio.

Questa storia inizia alla fine dell’Ottocento quando si diffonde una nuova forma di intrattenimento, un po’ divertimento, un po’ scienza: il cinema che, fin dai suoi esordi, crea stupore, seduce, affascina, ma che può anche spaventare.
Insieme al decollo arriva anche la paura del nuovo, di un qualcosa che rompe gli schemi passati e spaventa i sostenitori della conservazione.

E’ in questo contesto che sulla scena del cinema muto debuttano i due personaggi protagonisti della storia narrata da Minella, uniti dal lavoro e dalla fatica, li separano la carriera e l’epilogo. Due destini diametralmente opposti, i loro, che si incroceranno per tre volte sul set. Come cerchi concentrici che si allontanano rispettando la perfetta geometria della natura, le vite di Maciste e di Cimaste si sviluppano su più livelli spesso coincidenti: il lavoro in porto, la chiamata del cinema, la carriera italiana e la parentesi tedesca, l’addio voluto o forzato con l’eclissi del muto.

Il racconto è un tuffo nel passato, con storie e legami unici e sorprendenti, è un incontro di parole, musica e immagini che dagli albori del cinematografo arriva intatto fino ai giorni scorsi e ci svela qualcosa che potrebbe rivelarsi molto utile anche in futuro.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...
Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale

Via del Molo, 1
19125 La Spezia

Tel +39.0187.546320
Fax +39.0187.546303

Email:

 

 

www.portolaspezia.it/

Ultimi da Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale

Sono state effettuate operazioni di turn around con 500 passeggeri in sbarco ed oltre 1000 passeggeri in imbarco. Leggi tutto
Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale
L'esposizione è dedicata al mercato immobiliare, allo sviluppo territoriale e ai progetti di riqualificazione urbana. Leggi tutto
Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa