“Liguria delle arti” alla scoperta del museo Lia: simbolo di mecenatismo e avamposto di bellezza straordinaria

Il progetto itinerante concepito e realizzato dal Teatro Ipotesi, continua a svelare e raccontare i tesori della nostra Regione

Giovedì, 03 Settembre 2020 10:54

 

Liguria delle Arti, il progetto itinerante concepito e realizzato dal Teatro Ipotesi, continua a svelare e raccontare i tesori della nostra Regione, dalla riviera all’entroterra, da ponente a levante, avendo come unica bussola il valore fondante della Bellezza, strumento di elevazione individuale e coesione sociale.

Proprio nell’estremo levante e precisamente alla Spezia c’è un evento da non perdere: venerdì 4 settembre a partire dalle ore 21 si aprono le porte del Museo Civico di arte antica, medievale e moderna intitolato ad Amedeo Lia.

Ospitato nel secentesco complesso conventuale dei Frati di San Francesco da Paola, il Museo venne inaugurato nel 1996 in seguito all’importante donazione, comprendente oltre millecento opere, che lo stesso Amedeo Lia, ingegnere ed ex Ufficiale della Marina, fece al Comune della Spezia. Oggi è uno dei Musei più significativi della Liguria con tredici sale, disposte su tre diversi livelli, ricche di dipinti, sculture, miniature, oreficerie, avori, smalti, vetri e molte altre sezioni tutte da scoprire.

Un simile scrigno di bellezza, nato per volere di un mecenate contemporaneo e di un grande filantropo, non può che essere la location perfetta per l’evento del 4 settembre: guest star della serata le tele di alcuni giganti della pittura come Tiziano, Tintoretto, Pontormo e Canaletto. A fare gli onori di casa un cicerone d’eccezione ossia il direttore del Museo Andrea Marmori.

A completare la formula vincente di Liguria delle Arti, il dialogo con altre discipline artistiche: dal Conservatorio Giacomo Puccini della Spezia che incanterà il pubblico con alcune composizioni di Niccolò Paganini. A fondersi con arte e musica anche i versi di Eugenio Montale, le parole di Giovanni Boine, Maurizio Maggiani, Giovanni Giudici, nell’interpretazione dell’attore Pino Petruzzelli.
Anche l’evento al Museo Civico “Amedeo Lia” è a ingresso libero mentre la prenotazione è obbligatoria e si effettua telefonando al Museo 0187/731100.

Il progetto Liguria delle Arti che coniuga arte, teatro, musica, poesia e letteratura in un ciclo di eventi a ingresso libero, è possibile grazie alla collaborazione di Regione Liguria, Fondazione Teatro Carlo Felice, GOG Giovine Orchestra Genovese, Conservatorio Paganini di Genova, Conservatorio Puccini della Spezia, Direzione Regionale Musei della Liguria, Pro Musica Antiqua di Savona e al sostegno di Coop Liguria.
Liguria delle Arti prosegue con nuovi appuntamenti: sabato 5 settembre ad Arnasco nel savonese, domenica 6 settembre a Diano Castello nell’imperiese e sabato 12 settembre a San Cipriano, frazione di Serra Riccò.
Tutti gli eventi li trovate su www.teatroipotesi.org e sulla pagina Facebook di Pino Petruzzelli.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Le spezzine cedono solo nel finale. Top scorer delle bianconere è Templari con 14 punti Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Incidente in via Carducci

Domenica, 25 Ottobre 2020 23:24 cronaca-la-spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa