Varese Ligure apre le porte al Vallebio Festival In evidenza

Un ricco programma di incontri, stand e specialità biologiche nel cuore della Val di Vara

Sabato, 29 Agosto 2020 16:19

Dopo il successo dello scorso anno, Varese Ligure torna ad ospitare domenica 6 settembre, il Vallebio Festival, fortemente voluto dal Biodistretto Val di Vara – la Valle del biologico , l’unico della Regione Liguria, presieduto da Alessandro Triantafyllidis , anche Presidente AIAB Liguria ( Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica) , i membri dell’Associazione ed i produttori locali.

Anche quest’anno la manifestazione punta a far conoscere la filiera del biologico che fa della Val di Vara un modello da seguire, vero e proprio orgoglio ligure: con al suo interno il 20% di tutti gli operatori liguri, la verde Vallata supera il 60% di SAU ( superficie agricola uti-lizzata) , nettamente superiore alla media nazionale, ferma al 15,4%.

Un settore in crescita, quello del biologico, come confermano anche i numeri del Biodistret-to, che dall’anno della sua nascita, nel 2013, ha incrementato del 23% il numero degli ope-ratori al suo interno.
Il Festival torna quest’anno con molti appuntamenti legati al cibo genuino di produzioni lo-cali, ma gustose specialità arrivano anche da altre regioni, come la forma di Parmigiano Reggiano che verrà aperta in piazza, ricavata dal latte di Vacca Bianca Modenese.

Anche le bevande avranno un posto di prim’ordine, con i rappresentanti della filiera del luppolo italiano biologico che, in collaborazione con la Taverna del Vara, proporranno una degustazione di birre artigianali e ancora lo squisito vino biologico della Val di Vara, a cura della Cantina di Ivano De Nevi.

Si parlerà anche di castagne, con l’Associazione Castanicoltori che propone un rilancio della castanicoltura della Val di Vara, procedendo anche ad una dimostrazione degli inne-sti. La varietà delle erbe selvatiche di cui è ricco il territorio e il loro utilizzo in cucina, sa-ranno invece presentate dall’Associazione Erbando.

Fra le novità del Festival, l’esordio della Bioedilizia, con l’incontro “ La terza pelle. Dalla terra alla casa biologica”, tenuto dall’esperto Reinhold Holzer , presso il Castello dei Fie-schi. Per l’occasione il maniero sarà visitabile con ingressi contingentati, nel rispetto delle normative anti covid.

Molte altre saranno le sorprese per i visitatori, che a partire dalle ore 10.00 , potranno curio-sare fra gli stand di street food e i presidi slow food, allestiti in piazza, ai piedi del castello e nelle vie centrali della cittadina.
Per i genovesi che volessero visitare il Festival, il Biodistretto ha messo a disposizione il biobus, con partenza da Genova alle ore 9.00 in Piazza della Vittoria e arrivo previsto a Va-rese Ligure intorno alle 10.30. Il rientro è in programma alle 18.30

Sarà possibile prenotare la corsa sul biobus anche da Chiavari e Sestri Levante, località in cui il bus farà sosta.
E ’possibile prenotare la corsa al link qui

Quest’anno il Festival aprirà infatti le sue porte anche alla bioedilizia, con l’incontro dal ti-tolo “La terza pelle, dalla terra alla casa biologica” tenuto dall’esperto Reinhold Holzer.
Attraverso la sua esperienza, Holzer racconterà come la sostenibilità possa essere applica-bile anche al contesto urbano, con costruzioni di edifici che ci aiutino a conservare le risor-se naturali e a migliorare la qualità della vita, come l’uso di energia rinnovabile, l’ utilizzo di materiali non tossici, etici e sostenibili, fra i quali balle di paglia, terra battuta e fibre di cana-pa.

L’incontro, insieme ad altri in programma, si terrà presso la sala del maestoso Castello dei Fieschi, che al suo esterno sarà contornato dagli stand di street food e presìdi slow food.
Altri stand, con le specialità dei produttori locali e non, saranno allestiti nella piazza e ai piedi del castello e nelle vie centrali della cittadina.

Per i genovesi che volessero visitare il Festival, il Biodistretto ha messo a disposizione il biobus, con partenza da Genova alle ore 9.00 in Piazza della Vittoria e arrivo previsto a Va-rese Ligure intorno alle 10.30. Il rientro è in programma alle 18.30

Sarà possibile prenotare la corsa sul biobus anche da altre località che si trovano lungo il tragitto e nelle quali il bus farà sosta.
E ’possibile prenotare la corsa su www.5terreliguri.com  con il sistema di “prenotazione pacchetti”, oppure chiamando il numero 371 3901847

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il Comitato chiede l'intervento del Comune per tutelre l'incolumità delle persone. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Lo Spezia di Italiano contro la Roma di Fonseca si ritrovano all'Olimpico a pochi giorni di distanza dal match di Coppa Italia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa