Lerici, avanti con le serate gastronomiche. Ass. Tartarini: "Una sfida all'omologazione" In evidenza

di Doris Fresco

Il terzo appuntamento con la cucina ligure nei ristornati lericini si è svolto con grande partecipazione ed entusiasmo e, come di consueto, anche questa settimana è da segnalare l'appuntamento del giovedì per buongustai e appassionati di cultura e tradizione liguri: la quarta serata gastronomica lericina organizzata dall'associazione Nuova Lerici, con il patrocinio della Società Marittima di Mutuo Soccorso e dell'assessorato alla cultura del Comune di Lerici.

Lunedì, 20 Maggio 2013 17:42

La Nuova Lerici, che raduna diversi commercianti del borgo, con il suo presidente Rebecca Testasecca ha coinvolto numerosi ristoranti del territorio nell'iniziativa della marittima "Schietto di Liguria - piatti liguri della tradizione lericina" presentata nel dicembre scorso. L'iniziativa, di cui questa manifestazione fa parte, vuol riportare nei menù dei ristoranti i piatti della tradizione, sia ortodossi ma anche, perchè no, rivisitati.

Gli appuntamenti al "Miramare" di Tellaro, al "Cantiere" e al "Fagolo" di Lerici, dove si sono gustate specialità di terra e di mare, dalla panissa allo zemin, dal ciuppin alla cima, passando dal pesto, hanno visto il pienone, con una forte partecipazione non solo di gente di Lerici e dello spezzino, ma anche di persone provenienti dalle regioni limitrofe. Il tutto condito dalle spiegazioni di esperti della Società Marittima.
Per la prossima serata, giovedì 23 maggio, il ristorante Jerì sul molo lericino al solito prezzo di 25 € servirà quattro antipasti: focaccine ai pinoli, "anciue" ripiene fitte, stoccafisso accomodato, pesce in "scabeccio" (in carpione); un primo: spaghetti con "tòco de muscoli aa lersina"; un secondo: fritto misto; sorbetto; caffè e digestivo (per prenotazione 0187/967605). Come sempre ci sarà l'introduzione teorica di un esperto della marittima, che si sta rivelando essere la vera grande attrazione delle serate gastronomiche, infatti avere un esperto in sala che racconta le ricette accompagnando la spiegazione con aneddoti e racconti storici, si è rivelato essere di grande impatto proprio perché rende l'ambiente molto conviviale e famigliare, facendo respirare un'atmosfera quasi casalinga; in accordo, quindi, con l'intento di far apprezzare i piatti della tradizione ligure, che si spera vengano riportati sulle nostre tavole.
Soddisfatta anche questa settimana Rebecca Testasecca: "Buona la risposta dei ristoratori, a cui se ne stanno aggiungendo di nuovi". Bernardo Ratti, presidente della Marittima, afferma: "Quando abbiamo presentato l'idea 'Schietto di Liguria', subito condivisa dall' Assessore Olga Tartarini, non pensavamo a un riscontro così immediato; devo ringraziare l'associazione Nuova Lerici che ha inserito questa manifestazione nel percorso più ampio dell' iniziativa, che proseguirà anche in seguito. La Marittima, tra i tanti compiti, ha anche quello di farsi sempre più promotrice e divulgatrice della cultura ligure, per questo siamo molto contenti che il pubblico risponda così bene alle serate gastronomiche".
Olga Tartarini, assessore alla cultura, commenta così: "Come assessorato abbiamo condiviso subito l'idea della Marittima ed appoggiamo con grande piacere questo progetto delle serate gastronomiche, perché riteniamo siano iniziative che partono dalle radici della nostra storia. Pensare ad un progetto con al centro la cucina ligure è una sfida all'omologazione e alla standardizzazione, di fatto anche questa è cultura: la rivalutazione dei piatti liguri della tradizione lericina, che stanno progressivamente scomparendo dalle tavole, ma che restano nella conoscenza e nei costumi del borgo, valorizzati dalla buona ristorazione, può costituire un forte richiamo per il territorio."

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Un 23 "riceveva i clienti" in un bivacco nascosto dalla vegetazione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il fronte ha già attraversato la zona dell'imperiese e transiterà sul centro-levante nelle prossime ore Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa