Sarzana, la Casa della Musica apre le porte: al via la rassegna "In Concerto" In evidenza

di Alessio Boi- Tre appuntamenti di musica dal vivo sono solo la prima sorpresa dell'Accademia A. Bianchi. Si inizierà domenica 16 febbraio con un omaggio a Beethoven.

Venerdì, 07 Febbraio 2020 16:17
Foto durante la conferenza stampa all'Accademia Musicale A. Bianchi Foto durante la conferenza stampa all'Accademia Musicale A. Bianchi

L'ultima sala, quella al piano più alto della casa in piazza Jurgens 31, è quella adibita alle esibizioni dal vivo della rassegna musicale "In concerto". L'Accademia Musicale A. Bianchi, stabilitasi anche a Sarzana questa estate, vuole iniziare il 2020 con una nuova avventura, la prima di molte altre che rivelerà a tempo debito, e ha organizzato tre serate live di musica classica.

Passeggiare nella Casa della Musica è veramente come sentirsi in una umile dimora, con cucina, camino, punti dove sostare, sentirsi a proprio agio e rilassare le orecchie ascoltando delle esibizioni uniche e poi c'è chi, come i più di 200 iscritti dell'Accademia, varca il portone verde di fronte alla stazione per esercitarsi con gli strumenti a fiato e a corda.

Pianoforti, percussioni, sedie per bambini: un mondo eterogeneo dedicato all'arte di poetare con gli strumenti, che quest'anno apre le porte al pubblico per provare a entusiasmarlo con esibizioni dal vivo. La prima sarà il 16 febbraio con Giuseppe Santucci che, al pianoforte, omaggerà Beethoven in occasione dei 250 anni dalla nascita, il 15 marzo sarà la volta di Duo Gardel con Gianluca Campi alla fisarmonica e Claudio Cozzani al pianoforte che suoneranno Danzango e l'ultima esibizione di questa rassegna sarà il 19 aprile con Trio Italiano in Suggestioni senza tempo, ad opera di Edrio Luti alla fisarmonica, Cristina Trimarco al fagotto e Thomas Luti al saxofono. L'evento è patrocinato dal comune di Sarzana, come gli altri tre presentati al bando Call for Ideas, che hanno avuto una quantità importante di voti.

Gli eventi saranno tutti a ingresso gratuito, allo stesso orario, 11.30, e termineranno con una degustazione.

La presidente dell'accademia Stefania Nardi, accompagnata dalla responsabile alla comunicazione Eva Strozzi e dall'insegnante Gianni Grondacci, dichiara: "Sarà una grande occasione per avere la Casa aperta e portare iniziative che non avevamo mai fatto. Cercheremo di pubblicizzarle in tutto il territorio". E ancora: "Ci troviamo all'interno di una bella casa, che avvolge tutti quelli che entrano in un bel contesto- poi il discorso si amplia- bisogna fare di tutto per recuperare questa zona: giardini e piazza sono passati come luoghi difficili, bisogna portare le persone in modo tale che possano iniziare a riviverli".

Anche il sindaco Cristina Ponzanelli si aggiunge e si riallaccia al discorso della Nardi: "Avere investito in una zona difficile come quella della stazione è un segnale importante: la rinascita dei quartieri avviene sempre con il rilancio culturale dei luoghi e la direzione è quella giusta". Poi conclude: "Mi sembra che in questo modo si stia andando nella direzione corretta e credo che stiate dando inizio ad un'inversione di tendenza".

Si parla di una zona complicata, che ha visto il degrado e lo spaccio per molto tempo, ma l'avvio di un'attività culturale e la presenza di numerose Forze dell'Ordine questa mattina di fronte alla stazione lascia un'aria speranzosa per suo futuro.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Redazione Gazzetta della Spezia

Redazione Gazzetta della Spezia
Via delle Pianazze, 70
19136 La SpeziaTel. 0187980450
Email: redazione@gazzettadellaspezia.it

www.gazzettadellaspezia.it

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Giovanni Agnellini architetto lericino, 58 anni, sposato e con due figli sarà il candidato Sindaco della lista Lerici Sogna. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Inaugurati a Santo Stefano cinque pick-up, un pullmino e un escavatore che potranno essere utilizzati in caso di emergenze. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa