La prima traduzione in russo del Trattato di Pace di Castelnuovo Magra è stata presentata a Mosca In evidenza

Una produzione spezzina e lunigianese.

Giovedì, 09 Gennaio 2020 18:14

 

Il 26 dicembre, è stato presentato a Mosca da parte di Angelo Sinisi, Presidente dell’Associazione Russkaya Idea di La Spezia, il prima libro della traduzione in lingua Russa del Trattato di Pace di Castelnuovo Magra che ha visto nel 1306 Dante Alighieri come mediatore politico nella Lunigiana per trattare la pace tra o Malaspina ed il Vescovo di Luni.

Il libro è la traduzione in Russo dei documenti originali del trattato che si trovano presso l’archivio di stato della Spezia e sono stati tradotti in Russo dalla dott.sa Ioulia Makarova Liakh con la pubblicazione da parte della casa editrice Agorà. La produzione del libro ha avuto anche la partecipazione della filiale ”Tverskaja” con la società di Dante Alighieri, il movimento giovanile internazionale ”Amici della Russia”, il giornale RussiaPrivet, le Associazioni Anima Russa di Genova, Casa Russa Stepan Erzia di Genova, Liguria Russia Costa Azzura di S.Remo ed il patrocinio dei Comuni di Sarzana, Castelnuovo Magra, Fivizzano e Pontremoli. Il volume è introdotto da Stefano Volpi, ed il testo è di Vinicio Ceccarini.

Per gli studiosi russi è una novità assoluta e per la prima volta è stato possibile leggere i documenti in russo.

Angelo Sinisi, Presidente dell’Associazione Russkaia Idea, ha illustrato il progetto e la storia dei documenti proponendo al pubblico una ricostruzione della Lunigiana al tempo di Dante e oggi,

Per gli studiosi russi è stata una sorpresa, come hanno illustrato Aleksandr Bagrov, Direttore del centro sociale GBU TCSO “Arbat”, Filiale Tverskoy e Nataliya Nikishkina, Presidente Soc. Dante Alighieri Mosca e Ekaterina Spirova, Presidente Associazione Internazionale Amici Italia Russia,

“Da questa iniziativa possono nascere momenti importanti di collaborazione tra l’Italia e la Russia, in particolare per la Lunigiana, che può trovare l’occasione per proporre la propria identità e la propria ricchezza culturale, artistica e uno spazio di sviluppo per il turismo e i propri prodotti - Ha dichiarato Angelo Sinisi -  Sono sicuro che ci saranno momenti di ancora più valorizzazione del territorio. Voglio ringraziare ancora una volta infatti i comuni che ci hanno patrocinato il libro e lanciato la base per un sicuro rafforzamento di rapporti di amicizia.”

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Gabriele Cocchi – I cittadini ricordano le continue segnalazioni e i rattoppi di Anas. I due uomini coinvolti nel crollo stanno bene: per un giorno ad Albiano si ringrazia… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa