L’epopea del Risorgimento e Raccontami Spezia: due cicli di conferenze al Museo Etnografico In evidenza

Da dicembre 2019 a ottobre 2020

Mercoledì, 18 Dicembre 2019 13:41

 

L’epopea del Risorgimento e Raccontami Spezia sono due cicli di conferenze che si svolgeranno al Museo Etnografico da dicembre 2019 a ottobre 2020. L’iniziativa, curata da Giacomo Paolicchi, conservatore del Museo, vede la collaborazione attiva di associazioni che partecipano alla vita culturale della Spezia: Centro Culturale Il Porticciolo, Istituto Internazionale di Studi Liguri, Società Dante Alighieri della Spezia e Società Storica Spezzina.

«Un ciclo di conferenze per riscoprire la storia della Spezia: questo è il progetto che accompagnerà la fine dell'anno in corso e continuerà per tutto il 2020 - dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini -, diviso in due rami di interesse diverso, l'uno focalizzato sul Risorgimento spezzino, l'altro che ripercorrerà la storia della nostra città dal Basso Medioevo fino all'inizio del Novecento per andare alla riscoperta delle nostre radici profonde. Il Museo Etnografico sarà la scenografia perfetta per questi cicli che caratterizzeranno il 2020, in linea con la veste culturale del museo e in pieno centro storico, con la speranza che tanti nostri concittadini approfittino di questi momenti di riflessione. Un ringraziamento al Centro Culturale Il Porticciolo, all'Istituto Internazionale di Studi Liguri Sezione lunense, alla Società Dante Alighieri e alla Società Storica Spezzina per la collaborazione con cui siamo riusciti a realizzare questi due importanti progetti di divulgazione storica e a tutti i dipendenti dei servizi culturali e in particolare del Museo Etnografico che hanno curato tutta la parte organizzativa».

L’obiettivo alla base dell’iniziativa è quello di riscoprire e ripercorrere la storia cittadina, dalle origini medievali fino al XX secolo, e approfondire alcuni aspetti di un periodo, quello Risorgimentale, in cui la città acquistò la fisionomia che ancora oggi la caratterizza.

La ricca collezione storica ottocentesca del Museo (esposta pochi mesi fa alla Palazzina delle Arti in una mostra temporanea curata da Giacomo Paolicchi e Barbara Viale), la presenza in città dell’Arsenale Militare, le numerose strade, piazze e monumenti intitolati a eroi nazionali di quel periodo indicano che la città rivestì un ruolo di grande rilevanza nel panorama risorgimentale.

Spezia però esisteva già da molto tempo e Raccontami Spezia vuole riscoprirne la storia con l’aiuto di studiosi e ricercatori che negli anni ne hanno approfondito temi e problematiche (alcuni pubblicati da Edizioni Giacché).

L’edificio che oggi ospita il Museo Etnografico costituisce una sintesi della storia spezzina e delle difficoltà, talvolta, del suo studio: oratorio quattrocentesco modificato e rimaneggiato più volte fino ad assumere una facies ottocentesca. Solo chi entra e osserva ne riscopre la storia.

Gli incontri sono a ingresso libero e si terranno alle ore 17 nella sala al pianterreno del Museo Etnografico in via del Prione, 156. Gli incontri del 24 luglio e del 31 luglio si svolgeranno invece al Museo del Castello San Giorgio alle ore 21.

1) L’epopea del Risorgimento

Ciclo di conferenze su fatti e personaggi risorgimentali

da dicembre 2019

In collaborazione con:

Centro Culturale Il Porticciolo

Incontri

- 19 dicembre 2019 ore 17 Giuseppe Benelli – Il giacobinismo in Italia

- 31 gennaio 2020 ore 17 Rina Gambini – Quale Italia? Il dibattito unitario

- 28 febbraio 2020 ore 17 Mauro Lubatti – Il grande tessitore dell’unità d’Italia

- 27 marzo 2020 ore 17 Maurizio Caporuscio – VIVA V.E.R.D.I.: musica e libertà

- 21 aprile 2020 ore 17 Pia Spagiari – Le Signore della Libertà

- 21 maggio 2020 ore 17 Mauro Vittozzi – L’esercito sabaudo

- 19 giugno 2020 ore 17 Roberto Camerini – La marina sabauda

- 25 settembre 2020 ore 17 Cesare Giorio – I rampolli Bonaparte nel Risorgimento italiano

- 16 ottobre 2020 ore 17 Rina Gambini – La Regina Margherita

2) Raccontami Spezia

Ciclo di conferenze sulla storia della città

da gennaio 2019

In collaborazione con:

Istituto Internazionale di Studi Liguri - Sezione Lunense

Società Dante Alighieri – La Spezia

Società Storica Spezzina

- 10 gennaio 2020 ore 17 Enrica Salvatori - 1165: Pisani, Genovesi e un corsaro nel Golfo

- 7 febbraio 2020 ore 17 Enrica Salvatori - 1343: importanza e significato della costituzione della Podesteria della Spezia

- 13 marzo 2020 ore 17 Marco Golinelli - Le mura della Spezia dal medioevo all'età moderna, alla ricerca delle tracce ancora visibili

- 17 aprile 2020 ore 17 Diego Del Prato– Vita spezzina nel quattrocento (Ed. Giacché)

- 15 maggio 2020 ore 17 Elisabetta Scapazzoni e Federica Lazzari - Il borgo della Spezia nel Seicento (Edizioni Giacché)

- 5 giugno 2020 ore 17 Roberto Venturini - Lo sviluppo urbanistico collinare della Spezia tra Ottocento e Novecento - La realizzazione delle scalinate urbane (Edizioni Giacché)

- 24 luglio 2020 ore 21 Claudio Falchi - I primi cristiani nel Golfo: dalla Pieve di S. Venerio al Cenobio del Tinetto

- 31 luglio 2020 ore 21 Marco Biagioni - Un umanesimo spezzino? Umanisti "spezzini" in giro per la Penisola

- 11 settembre 2020 Marco Corbani - La progettazione della Cattedrale di Cristo Re e l’evoluzione urbanistica della città verso la piana di Migliarina

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comune della Spezia

Piazza Europa, 1
19100 La Spezia

Tel. 0187 727 456 / 0187 727 457 / 0187 727 459
Fax 0187 727 458

www.comune.laspezia.it/

Ultimi da Comune della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa