Quando alla radio ci sono persone speciali: "Roba da matti" In evidenza

Successo per il progetto di integrazione tra Casa famiglia del Carpanedo e Residenza per Disabili Scuola Pagani-Villa Carani della Spezia.

Giovedì, 07 Novembre 2019 16:46

Sono stati 12 utenti, 7 della Casa Famiglia del Carpanedo e 5 della Residenza per Disabili Scuola Pagani e Villa Carani, che con passione ed entusiasmo hanno partecipato in collaborazione con il “Lavoratorio artistico” di Sarzana al progetto radiofonico “Roba da matti”.

Da gennaio ad agosto, gli utenti e gi operatori delle due strutture gestite da Coopselios hanno creato e registrato un programma radiofonico, in maniera indipendente e autoprodotta.

Grazie alla collaborazione con il “Lavoratorio Artistico” e la sua web radio, “Radio Rogna”, sono stati messi a disposizione mixer, microfoni, computer, software e quanto necessario per sperimentarsi nel linguaggio radiofonico.

Complessivamente sono state registrate nove puntate di cui una in diretta. La puntate sono disponibili nel servizio podcast di Radio Rogna.

“Gli esiti del progetto sono andati oltre le più rosee aspettative, sia se si considera il coinvolgimento degli utenti che se si valuta la qualità del prodotto finale - afferma Oscar Galli, responsabile del Servizio Scuola Pagani-Villa Carani - Le nove puntate prodotte, di un’ora ciascuna, non hanno nulla da invidiare alle trasmissioni radiofoniche che quotidianamente vanno in onda sulle emittenti nazionali”.

“La nostra intenzione è quella di continuare la collaborazione con Radio Rogna. Ormai Walter Ubaldi e Simone Ricciardi sono diventati parte della nostra famiglia. Ci teniamo molto a ringraziarli per la professionalità, l’ironia e la sensibilità con la quale hanno gestito il progetto”, ha dichiarato Federico Emanueli, responsabile della Casa Famiglia del Carpanedo.

Entusiasti gli utenti, che attraverso la partecipazione al programma radio hanno lanciato un messaggio pieno di emozione: “Ci siamo! Guarda cosa riusciamo a fare!”.

“Spesso ascoltiamo le puntate mentre andiamo in automobile o al pomeriggio e ogni volta che un visitatore entra in Casa famiglia e le ascolta ci fa un sacco di complimenti. Sembra non credere che quelli che parlano siamo noi!”, racconta Daniela, utente della Casa Famiglia del Carpanedo.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Le piogge le rendono scivolose, alcuni cittadini sono già caduti". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Successo importante che permette alle bianconere di mantenere il secondo posto in classifica. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa