All'NH Hotel la conferenza con il luminare della chirurgia oncologica In evidenza

Appuntamento a venerdì 8 novembre.

Giovedì, 07 Novembre 2019 08:59

Il Soroptimist International Club della Spezia ha organizzato una conferenza con il Professor Franco Mosca, emerito di Chirurgia Generale dell'Università di Pisa, intitolata: "Dall'ospedale per pazienti acuti alla medicina territoriale: problemi sociali", che si terrà venerdì 8 novembre alle ore 18.00 all'hotel NH della Spezia, in via XX Settembre 2.

Il Professor Mosca, formatosi nella prestigiosa Scuola Superiore S.Anna di Pisa, è divenuto cattedratico nel 1986 ed ha raggiunto i più alti traguardi nell'ambito della chirurgia oncologica, vascolare e trapiantologica; durante la sua carriera universitaria ha ricoperto importanti incarichi e ricevuto numerose onorificenze.

Nel 2018 a Boston la più grande organizzazione mondiale di chirurgia gli ha conferito la sua massima onorificenza: la "Honorary Fellowship" dell'American College of Surgeons (ACS). L' ACS, fondata nel 1913, è la più grande organizzazione di chirurgia generale e specialistica e riunisce più di 82.000 chirurghi di tutto il mondo, con lo scopo di migliorare la qualità della pratica chirurgica.

Nella motivazione del riconoscimento si ricorda che il professor Franco Mosca "si è dedicato a migliorare l'organizzazione ospedaliera introducendo la terapia intensiva post chirurgica, l'endoscopia chirurgica, l'ecografia diagnostica ed operativa nella convinzione che i chirurghi non possono delegare queste attività ad altri se vogliono ottenere i migliori risultati. Queste basi hanno consolidato lo sviluppo di una costellazione di nuovi programmi per il trattamento dell'ipertensione portale, la chirurgia vascolare, i trapianti di organi (rene, pancreas, fegato). Inoltre il professor Mosca ha sviluppato la chirurgia oncologica e in particolare quella pancreatica ed epatobiliare; infine ha, tra i primi in Italia, sviluppato la chirurgia laparoscopica. L'interesse per le nuove tecnologie ha portato il professor Mosca a stabilire legami stretti con i Dipartimenti di Ingegneria delle Università Pisane, mettendo a punto nuovi dispositivi per la chirurgia laparoscopica e l'endoscopica fino alla creazione di un Centro di Eccellenza (Endocas) per ricerca e training in chirurgia assistita dal computer. Questo centro è riconosciuto, primo e unico in Italia, dall'American College of Surgeons quale 'Accredited Education Institute'. Il professor Mosca è un eccezionale leader chirurgico e uno dei più rispettati e influenti chirurghi europei".

Al Professor Mosca, inoltre, va il merito di aver introdotto e sviluppato a Pisa la trapiantologia di fegato e pancreas e di aver promosso la nascita della Fondazione ARPA, della quale è Presidente onorario l'artista di fama mondiale Andrea Bocelli, uomo di rara sensibilità. La Fondazione ARPA promuove la formazione e la ricerca nei vari settori della medicina, con particolare riguardo al campo dell'oncologia, dei trapianti e dell'elaborazione di nuove tecnologie chirurgiche.

La presidente del Soroptimist Club della Spezia Elena Pierozzi esprime i più calorosi ringraziamenti al Professor Franco Mosca ed invita tutta la cittadinanza a partecipare alla conferenza.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Ci siamo ripresi gli spazi della città, contaminandoli con i nostri contenuti, in vista del favoloso momento di piazza di questa sera" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa