Futuro e Radici: "Il mondo guarda ad un futuro verde. Lerici è tornata agli anni 80" In evidenza

La critica dell'associazione nei confronti dell'amministrazione di Lerici sul fronte ambientale.

Martedì, 24 Settembre 2019 17:45

"Mentre in tutto il mondo milioni di persone manifestano per chiedere radicali politiche a difesa dell'ambiente, al vertice ONU sul clima di New York "Sessantasei paesi, 102 città e 93 imprese si sono impegnate oggi a raggiungere zero emissioni entro il 2050 la Germania stanzia 100 mld di euro per una vera e propria riconversione ecologica dell'economia, a Lerici l'attuale amministrazione, al netto di qualche palliativo (la scopiazzata delibera "plastic free" e quella che vieta il fumo in spiaggia/ tutto da vedere che vengano rispettate) riapre alle auto e al gas di scarico e si caratterizza per il nulla cosmico in materia ambientale: sul piano educativo come sul piano pratico".

"E non si venga a raccontare che si fa la differenziata (che peraltro non funziona) perché non esiste alcuna tracciabilita (nonostante le innumerevoli richieste) della filiera del rifiuto".

"Nessuna politica di efficientemento ed autosufficienza energetica degli edifici pubblici, nessuna politica tesa a diminuire gli imballaggi presso la grande distribuzione, niente car sharing e bike sharing, niente pulmini elettrici, niente Smart City".

"Per non parlare del tema fognario e della qualità delle nostre acque, mai stata così bassa o dei numerosi alberi abbattuti negli ultimi anni (incredibile il caso di Falconara: al vaglio delle autorità competenti su nostra segnalazione)".

"In compenso si avvallano progetti a forte impatto ambientale come Portesone e si propone di abolire il Parco di Montemarcello per consentire ai ricconi con Villa di abitarci e farsi la piscina".

"Insomma, le politiche ambientaliste di questa amministrazione, che ci ha riportato ai serpentoni di macchine tristemente noti (senza peraltro neppure raggiungere apprezzabili risultati in termini "turistici") si risolvono nello spegnere le luci del castello nel corso dell'annuale giornata di "Mi illumino di meno".

"Un po' pochino. Soprattutto in epoca di così grandi cambiamenti, non solo climatici ma, si auspica, anche culturali e politici".

Associazione Culturale Futuro e Radici

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il ragazzo aggredito si trova ancora in ospedale in prognosi riservata. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Millennial e Gen Z i consumatori più attivi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa