Progettare il futuro attraverso la cura di sé e degli altri: due lezioni al Festival della Mente In evidenza

Con Roberto Celada Ballanti e Luigina Mortari.

Mercoledì, 31 Luglio 2019 19:58


La società multiculturale odierna impone relazioni tra etnie, visioni del mondo e religioni diverse. È necessario, pertanto, un paradigma dialogico che rispetti la polifonica diversità nell’unità superando il concetto di tolleranza, inadeguato a fronteggiare le sfide del terzo millennio. È questo il tema dell’incontro, dal titolo Una comunità di destino, molte religioni: quale dialogo per il futuro dell’umanità?, che Roberto Celada Ballanti terrà al Festival della Mente di Sarzana domenica 1 settembre alle ore 9.45 al cinema Moderno.

 

Roberto Celada Ballanti è docente ordinario di Filosofia della religione e di Filosofia del dialogo interreligioso presso il Dipartimento di Antichità, filosofia e storia dell’Università di Genova. Tra i suoi lavori: Pensiero religioso liberale. Lineamenti, figure, prospettive (Morcelliana, 2009); Filosofia e religione. Studi su Karl Jaspers (Le Lettere, 2012); Religione, storia, libertà. Studi di filosofia della religione (Liguori, 2014).

L’aver cura è il senso stesso del nostro stare al mondo: una necessità ontologica che si attualizza nel prendersi a cuore noi stessi, gli altri, e il mondo. Aver cura di sé, degli altri, del mondo è il titolo della lectio dell’epistemologa Luigina Mortari al Festival della Mente di Sarzana sabato 31 agosto alle ore 12 al Teatro degli Impavidi.
Luigina Mortari è docente di Epistemologia della ricerca qualitativa presso la Scuola di Medicina e chirurgia, e di Filosofia della scuola presso il Dipartimento di Scienze umane dell’Università degli Studi di Verona. Al suo attivo ha numerosissime pubblicazioni: diciotto monografie, molte delle quali tradotte, e circa duecento tra articoli su riviste scientifiche o saggi in collettanea.
Tra i suoi ultimi lavori: Filosofia della cura (2015) e La sapienza del cuore (2017), usciti per Raffaello Cortina; Spiritualità e politica (a cura di, 2018) e MelArete. Cura, etica, virtù (2019), pubblicati da Vita e Pensiero.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Fondazione Carispezia

Via Domenico Chiodo, 36
19121  La Spezia
Tel.  +39 0187.77231
Fax +39 0187.772330
Email: segreteria@fondazionecarispezia.it

www.fondazionecarispezia.it

Ultimi da Fondazione Carispezia

11 appuntamenti con i grandi nomi della musica classica al Teatro Civico della Spezia e al Teatro degli Impavidi di Sarzana. Da lunedì 21 ottobre al via la campagna abbonamenti Leggi tutto
Fondazione Carispezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa