Moonland secondo atto: i Bowland a Sarzana (foto) In evidenza

di Luca Manfredini – Da Teheran a Firenze, passando per X Factor, il giovane trio si gode gli applausi sarzanesi in attesa dell'importante palco dello Sziget di Budapest.

Giovedì, 18 Luglio 2019 16:47

La voce suadente e cantilenante di Lei Low (Leila Mostofi) ha contaminato piazza Matteotti coinvolgendola con le particolari sonorità "trip hop" create dai suoi compagni, Saeed Aman e Pejman Fa, in una sola parola: i Bowland.

L'atmosfera che si è respirata nella serata è particolarissima, un trip che stupisce, uno spettacolo ipnotico dove l'elettronica si fonde con strumenti etnici rudimentali in uno studiato mix tra melodie orientali e musiche occidentali, rumori vocali e strumentali.

Sul palco una miriade di strumenti rudimentali, alcuni dei quali anche millenari come il didgeridoo australiano, la kalimba africana e lo scacciapensieri, ed anche uno strumento ad acqua.

Il tutto corredato ad arte da un grande show di luci e immagini proiettate su un enorme schermo alle loro spalle, con "visual" appositi creati da due artisti fiorentini, tra cui Saeed si aggira quasi estranea e con movenze inquietanti con i lunghi capelli a coprirne il viso, mentre gioca assorta con la sua voce.

Contaminazioni sonore e visive in un'inconsueta atmosfera che ha coinvolto e convinto i tanti appassionati accorsi allo show, persi nel ritmo di base che in molti hanno ballato seguendo le movenze della cantante.

I pezzi del loro primo album datato 2017, "Floating trip", miscelati con le cover che li hanno resi celebri sono stati applauditissimi dal variegato pubblico che li accompagna e contraddistingue, dai giovani conoscitori ai molto meno giovani incuriositi dalle sonorità.

"Bowland" è un progetto musicale avviato a Firenze nel 2015 dai tre ragazzi iraniani, lì trasferitisi per motivi di studio (architettura), un'idea nata ed avviata tra i banchi di scuola che li ha portati in breve sul palco di X Factor e lungo i concerti del loro primo tour.

"Moonland", il nuovo Festival sarzanese nato con l'ambizione di crescere e diventare evento fisso per grandi concerti, li ha accolti e coccolati nel suo secondo appuntamento.

Prossima tappa la serata del 20 luglio (ore 21.30) in compagnia di uno dei gruppi rock più longevi e influenti degli ultimi anni del panorama musicale italiano, i Negrita.

Si chiuderà in bellezza il 21 luglio con la serata in cui "Moonland" si calerà all'interno della Notte Bianca sarzanese dove, per l'occasione, il festival allestirà una serata a ingresso gratuito con alcuni artisti emergenti, tra cui spicca la presenza di Fulminacci.

Circuiti prevendita: ticketone.it
Facebook: Moonland Sarzana
Instagram: Moonland Sarzana

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Redazione Gazzetta della Spezia

Redazione Gazzetta della Spezia
Via delle Pianazze, 70
19136 La SpeziaTel. 0187980450
Email: redazione@gazzettadellaspezia.it

www.gazzettadellaspezia.it

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Da mesi si parla della Guardia medica spezzina e dei prossimi tagli al personale. Sembrerebbero, infatti, a rischio i rinnovi contrattuali per gli autisti del servizio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
"Siamo felici se anche il pungolo di qualche discussione abbia convinto anche i più reticenti". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa