Una giornata per la Pontremolese, territori uniti per imprimere una accelerazione In evidenza

Cittadini, amministratori e società civile di tre regioni si danno appuntamento a Pontremoli.

Giovedì, 30 Maggio 2019 10:14

 

Sabato 1 giugno 2019 carovane simboliche viaggeranno in treno dalla Tocana, Emilia Romagna e Liguria per darsi appuntamento a Pontremoli. Legambiente organizza infatti una giornata dedicata alla Ferrovia Pontremolese e il suo colleamento verso il Brennero.

"Un’iniziativa - affermano gli organizzatori - per ribadire l’utilità dell’opera di ammodernamento di questa direttrice e per confrontarsi insieme sui vantaggi che essa comporterebbe per l'ambiente, il clima e per lo sviluppo locale. Tanti gli aderenti, tra sindaci, candidati, parlamentari e rappresentanti di altri enti.
Sostenere le aree interne dell’Appennino agevolando pendolari, favorendo il turismo e semplificando lo spostamento di merci nell’asse Tirreno - Brennero. Sono alcuni dei benefici che porterebbe l’ammodernamento del collegamento ferroviario La Spezia-Pontremoli-Parma e il suo collegamento verso Verona ed il Brennero".

L’attuale linea “Pontremolese” collega Parma con La Spezia passando per alcuni centri vitali dell’Appennino, come Pontremoli e Borgo Val di Taro, comuni che di fatto sono da riferimento per aree marginali della montagna. Lungo i 103 km di linea sono presenti anche fermate minori di servizio ai pendolari verso Parma e La Spezia. La linea è per il 50% a binario unico e mostra pendenze elevate che riducono le dimensioni utili di treni, soprattutto quelli per le merci. Eppure la ferrovia ha al suo sbocco uno dei porti più importanti del paese.

Per queste ragioni Legambiente ha lanciato un Manifesto a favore della linea: per sottolineare l’urgenza di interventi di ammodernamento della linea Parma La Spezia ai fini di ridurre i tempi di percorrenza per le persone e favorire i convogli merci più moderni, completare il collegamento ferroviario verso il Brennero per unire via ferro i flussi di persone e merci tra il Tirreno ed il Centro-Nord Europa. Treni più efficienti e frequenti verso i due capoluoghi potrebbero inoltre spostare pendolari dalla gomma al ferro riducendo traffico ed inquinamento.

Alla carovana del 1° giugno a Pontremoli saranno presenti tra gli altri, l'On. Andrea Orlando, il Presidente dell’Autorità Portuale Mar Ligure Orientale (La Spezia e M. di Carrara), il Presidente dell'interporto di Parma (CEPIM spa), Università di Parma, l’Assesssore Regionale all’Ambiente dell’Emilia Romagna, il presidente della Provincia di Parma Diego Rossi, il Vicepresidente della Commissione Infrastrutture del Consiglio Regionale della Toscana, il Presidente dell’Unione di Comuni Montana Lunigiana e rappresentanti e candidati dei Comuni lungo la linea e del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano.
Tutti i cittadini sono invitati ad aderire alla giornata, salendo sul treno almeno per un tratto e visitando uno dei centri lungo la sua linea.

 

Il programma della giornata

La giornata si aprirà con l’arrivo alle 10.30 alla stazione di Pontremoli delle carovane e successiva conferenza stampa. Delegazioni di Legambiente, amministratori, portatori di interesse e cittadini partiranno da La Spezia, Aulla e Parma, ricevuti dal Sindaco di Pontremoli.
Alle 11.00 confronto pubblico presso le Stanze del Teatro della Rosa di Pontremoli, sarà anche l’occasione per presentare i firmatari che hanno già aderito al Manifesto.
Al termine è prevista una condivisione simbolica dei prodotti tipici dei territori della Lunigiana, La Spezia e Parma.
Su richiesta invece si potrà prenotare il pranzo tipico e la visita ai tesori di Pontremoli alla scoperta dell’Appennino Tosco-Emiliano.
• La delegazione in partenza dall'Emilia si darà appuntamento sul treno in partenza alle 9,35 da Fornovo Taro
• La delegazione in partenza dalla Liguria si darà appuntamento sul treno in partenza alla Spezia Centrale ore 9.27 (Santo Stefano M. ore 9.44)
• La delegazione in partenza dalla Toscana si darà appuntamento sul treno in partenza ad Aulla ore 9.52

Elenco aderenti al Manifesto della Pontremolese (in continuo aggiornamento)

• Diego Rossi - Sindaco Borgo Taro Val di Taro e Presidente della Provincia di Parma
• Vincenzo Ceccarelli, Assessore alle infrastrutture e mobilità Regione Toscana (ATTESA CONFERMA)
• Lucia Baracchini - Sindaco di Pontremoli
• Roberto Valettini – Sindaco di Aulla e Presidente dell’Unione di Comuni Montana Lunigiana
• Arch. Carla Roncallo, Presidente dell’Autorità Portuale Mar Ligure Orientale (La Spezia e M. di Carrara)
• Presidente dell'interporto di Parma (CEPIM spa)
• Paola Gazzolo, Assesssore Regionale all’Ambiente dell’Emilia Romagna,
• Fabrizio Storti, Pro Rettore dell’Università di Parma
• Michela Canova - Sindaco uscente Colorno
• On. Andrea Orlando
• Giacomo Giannarelli, Consigliere e Vicepresidente Commissione Territorio, ambiente, mobilità, infrastrutture, Consiglio Regionale della Toscana.
• Fausto Giovannelli - presidente Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e coordinatore area MAB Unesco
• Mariastella Galli - Candidato Sindaco Collecchio (centrosinistra)
• Patrizia Caselli - Candidata Sindaco Collecchio (centrodestra)
• Michela Zanetti - Candidata Sindaco Fornovo (centrosinistra)
• Paolo Valenti - Candidato sindaco Fornovo (centrodestra)
• Lorenzo Bonazzi Sindaco Solignano
• Michele Alinovi - assessore Comune di Parma
• Luigi Lucchi - Sindaco uscente di Berceto
• CISL - Parma e Piacenza
• CGIL - Parma

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Legambiente

Legambiente, Parlamentari, Sindaci, le tre Province interessate dalla ferrovia e il porto della Spezia tra i primi aderenti Leggi tutto
Legambiente
L'Associazione ambientalista chiede di ripensare il modello di sviluppo. Leggi tutto
Legambiente

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa