Centrale Enel alla Spezia, c'è la decisione definitiva? In evidenza

Quanto annunciato dal direttore Italia di Enel sembra mettere un punto fermo, sempre se ci saranno le necessarie autorizzazioni.

Giovedì, 16 Maggio 2019 09:41

"Abbiamo presentato al Ministero dell'Ambiente le istanze per la costruzione di nuova capacità a gas su 4 dei nostri 6 siti del carbone. Nel dettaglio l'abbiamo presentata per La Spezia, Fusina (Venezia), Civitavecchia e Brindisi". Lo ha annunciato il direttore Italia di Enel, Carlo Tamburi, nel corso dell'audizione alla Commissione Attività produttive della Camera sul Piano Energia e Clima al 2030.

 

Tamburi ha parlato di “una partenza di massima di 3mila megawatt per impianti a ciclo aperto che potranno essere completati anche a ciclo combinato”

Serviranno però, ovviamente, tutte le necessarie autorizzazioni.
Questo, pero, confermerebbe l'abbandono del carbone e la riconversione, con la possibilità, paventata da Enel, anche di attrarre investitori green.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa