Stampa questa pagina

Sarzana, in Sala Consiliare la prima presentazione pubblica sulla rinascita di Bradia In evidenza

Di Luca Manfredini – “Da oggi nasce il vero lavoro di traduzione in atto concreto del progetto e delle opere in cui spendere i soldi consentiti dal finanziamento”, afferma Ponzanelli.

Sabato, 04 Maggio 2019 16:57

Come promesso, questa mattina si è presentato ufficialmente ai cittadini lo “studio di prefattibilità” che andrà a ridisegnare totalmente il quartiere Bradia. Un’importante opera di riqualificazione totale, da tempo immemore attesa, che andrà ad influire in maniera netta sulla vivibilità dei residenti, sulla fruibilità degli impianti sportivi lì presenti, sulla sicurezza stradale e sull’accesso alla zona e anche a Sarzana stessa.

Non “solo” un ponte carrabile sul Calcandola ma anche: una passerella ciclopedonale in zona parcheggio Stadio, una riqualificazione del sistema viabilistico dell’intera zona e la ristrutturazione del ponte della Budella.

Un intervento atteso, importante e ora concretizzato che sarà realizzato grazie all’impegno, appoggiato da tutta l’Amministrazione, preso da Sarzana Popolare sin dalla campagna elettorale, in un progetto di riqualificazione infrastrutturale radicale del quartiere di fatto priorità del mandato di Cristina Ponzanelli, e ora in dirittura d’arrivo grazie allo stanziamento della Regione.

Un investimento di 2 milioni e 600mila euro di cui 2 milioni e 470mila di contributo regionale e 130mila euro di comunale.

Il progetto era stato anticipato in conferenza stampa (Qui potete leggere l’articolo) e oggi presentato (e discusso) con i cittadini, alla presenza del Sindaco, dell’Assessore Barbara Campi e dell’ingegnere Roberto Vallarino di “Itec Engineering” che ha studiato e disegnato il riassetto funzionale della zona.

In Sala Consiliare molti i presenti “tecnici” (politici e Associazioni/Comitati) un po’ meno i cittadini, unica nota dolente.

Il Piano è stato presentato nei suoi minimi dettagli ed il percorso di coinvolgimento avviato: “Come promesso in nome della trasparenza oggi inizia qui il cammino di coinvolgimento degli interessati a questo piano, cittadini, comitati, associazioni e di chiunque vorrà aggiungere spunti e suggerimenti a questo Studio – ha invitato il Sindaco – per arrivare insieme all’elaborazione del progetto esecutivo dell’opera”.

Il passo ora successivo è quello di indire la gara per la realizzazione del progetto definitivo esecutivo delle opere comprese nel progetto di fattibilità, dopo di che si entrerà in fase di progettazione e nel dibattito vero e proprio, per inserire ed arricchire la soluzione finale da tutti agognata.

Non un totale stravolgimento, sia chiaro, visti gli obbligati limiti idrogeologici, tecnici, economici e regionali, “ma certamente ci saranno i margini per portare modifiche e aggiustamenti a quelle che sono le soluzioni che necessariamente devono essere sviluppate nelle fasi successive” – ha aggiunto l’ing. Vallarino, seguito poi dall’Assessore Campi – non pensavamo di poter sognare così in alto, ma la realtà ha superato il sogno perché: non solo c’è la soluzione del ponte, che ci piace chiamare Ponte Paradiso, non solo si ristruttura quello della Budella, ma c’è anche tutta la rivisitazione della viabilità che consentirà i necessari miglioramenti, e la passerella ciclopedonale unita al percorso ciclabile sul Canale Lunense per arrivare in sicurezza su via Falcinello, al cimitero ed al Centro stesso – ha concluso l’Assessore – ringraziamo la Regione che ha sposato il nostro progetto ed addirittura ci ha consentito di ampliarlo”.

Quindi ci saranno incontri pubblici, presumibilmente alla bocciofila, dove nell’ambito di coerenza con il progetto tecnicamente più adeguato e rapportato al territorio i cittadini potranno corredare con i propri consigli/necessità.

I diversi interventi sono stati spacchettati e, nella fase progettuale vera e propria, dopo la “Gara” effettuata su tutta Italia, il primo effettuato sarà sul ponte della Budella, poi sulla rotonda e la viabilità, poi passerella ciclopedonale e Ponte Paradiso.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

In vendita vino, olio e miele per il potenziamento tecnologico della cantina. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Avviato il tavolo tecnico-politico per garantire la continuità occupazionale dei 158 lavoratori di Coopservice che prestano servizio in ASL5. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa