Deferiti 7 cittadini extracomunitari per spaccio di cocaina In evidenza

Il gruppo era dedito allo spaccio di cocaina lungo la strada che porta a Pitelli.

Sabato, 04 Maggio 2019 15:42

All’esito di un’articolata attività di indagine condotta dalla Squadra Mobile della Questura della Spezia, protrattasi per alcuni mesi ed esperita nelle zone boschive situate nelle prime periferie cittadine, dove si è spostata una rilevante fetta dello spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti, la Polizia di Stato ha deferito alla locale Procura della Repubblica 7 cittadini extra-comunitari, in ordine ai reati di spaccio continuato di “cocaina".

Il gruppo criminale in questione, composto da cittadini di origine marocchina, era di fatto dedito in modo stabile all’attività di spaccio nella zona collinare situata lungo la strada che conduce all’abitato del paese di Pitelli.
Grazie ai servizi di osservazione e pedinamento, effettuati dagli Agenti dell’Antidroga anche con videoriprese, sono state documentate numerose azioni di spaccio, in parte riscontrate obiettivamente con il sequestro dello stupefacente, effettuato nei confronti di decine di acquirenti; per lo più cittadini italiani.

Sempre nel corso dei servizi in questione sono state sequestrate, oltre che numerose dosi di “cocaina”, anche tutto il materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente, quali sacchetti in plastica già tagliati pronti per essere termosaldati, bilancini di precisione, carta domopack e stagnola utilizzate per proteggere dalle intemperie la droga e la sostanza da taglio occultate nella vegetazione.

L’attività di indagine ha fatto emergere le modalità con le quali i clienti contattavano gli spacciatori: una volta sul posto, previo contatto telefonico o semplicemente in maniera abitudinaria con un semplice fischio convenuto, si avvicinavano alla zona oggetto di indagine dove venivano raggiunti, dal bosco, in totale sicurezza e copertura, talvolta da recinzioni già preesistenti o create all’uopo, dai vari indagati che si avvicendavano nelle singole attività di spaccio.

I riscontri oggettivi di sostanze stupefacenti sono consistiti in sequestri di dosi comprese tra il ½ grammo e quantitativi maggiori nell’ordine di 5/6 grammi, per un giro di affari risultato stabile e continuativo.

Il Pubblico Ministero della locale Procura della Repubblica, dottoressa Monica Burani, concordando con le risultane investigative acquisite dalla Squadra Mobile spezzina, ha contestato il reato di cui al 1° comma dell’art. 73 del D.P.R. 309/90. Il Giudice per le Indagini Preliminari, dott.ssa Marinella Acerbi, ritenendo sussistere in capo agli indagati gravi indizi di colpevolezza in ordine al reato contestato, ha emesso 6 misure cautelari del divieto di dimora nella Provincia della Spezia.

Nella giornata di ieri 3 maggio 2019, a seguito di un mirato servizio di localizzazione e di verifica in particolare all’interno delle zone boschive oggetto di indagine, sono stati notificati 2 dei citati provvedimenti nonché identificati ulteriori acquirenti colti nelle immediate vicinanze della zona di spaccio e sequestrate altre dosi di stupefacente ed acquisiti ulteriori elementi riconducibili all’illecita attività.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Primo appuntamento il 15 novembre. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Si riaccende la ciminiera dell'Enel

Martedì, 12 Novembre 2019 22:07 cronaca-la-spezia
Dalla Francia arriva meno energia, l'Italia deve produrne di più e Enel ha scelto di puntare sulla Spezia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa