Stampa questa pagina

Nelle Cinque Terre un potente simbolo di rinascita In evidenza

Un'opera di Pistoletto per riflettere sull'identità del territorio e la necessità di preservarlo.

Giovedì, 02 Maggio 2019 10:16


Lungo la mulattiera che da Manarola porta a Volastra, nel bel mezzo del territorio delle 5 Terre ma lontano dalla ressa dei turisti che in questi ponti primaverili stressano i paesi a valle, è comparso ben installato su un muretto a secco che sorregge un uliveto ben curato, il simbolo del Terzo Paradiso ideato da Michelangelo Pistoletto. È fatto con tre cerchi di botte saldati insieme a comporre il noto simbolo, cerchi recuperati dalle cantine del vicino paese (ormai le botti di legno sono in disuso e vengono sostituite dalle più funzionali botti in acciaio) e accanto su una doga di botte, letterine in legno riportano garbatamente in rilievo la scritta: Il Terzo Paradiso – Michelangelo Pistoletto Progetto Rebirth/Terzo Paradiso di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto ONLUS.

 

Qui si arriva dopo una ripida e faticosa salita fra vigneti e uliveti che resistono ancora all’attacco dell’incolto, dei cinghiali, degli eventi atmosferici, delle frane ... resistenza che ha contrassegnato la forza fisica e psichica di chi da secoli, pietra dopo pietra, ha costruito il meraviglioso ma fragilissimo territorio delle 5 Terre. Il simbolo del Terzo Paradiso ben sintetizza l’attività di questi eroici antenati che avevano saputo con i terrazzamenti addolcire la Natura e operare una geniale sintesi fra Natura e Cultura creando il favoloso paesaggio che a ben ragione è diventato patrimonio dell’UNESCO.

Speriamo che l’energia emanata da questo simbolo che il genio di Pistoletto ha creato e che tanti nel mondo stanno diffondendo, possa essere di supporto e incoraggiamento a quanti ancora nelle 5 Terre, istituzioni, associazioni e singoli privati, si stanno opponendo con impegno al degrado del territorio mantenendo le coltivazioni e recuperando terreni incolti, e nello stesso tempo possa diventare motivo di riflessione e condivisione per i turisti attenti e sensibili che visitano il Parco.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"L'amministrazione comunale che sostanzialmente sceglie di "spazzare via" quella storia e quel bagaglio di valori". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
All'esterno di uno dei due locali si erano riuniti alcuni avventori formando un assembramento. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa