Stampa questa pagina

All'Opi La Spezia un corso di formazione sulle aggressioni in sanità In evidenza

Un evento di formazione pensato per analizzare la situazione e per parlarne, fra gli altri,anche con Cittadinanzattiva

Sabato, 27 Aprile 2019 16:07

Partendo dalla campagna dell'OPI di Arezzo #rispettachitiaiuta, ripresa da molti altri Ordini infermieri italiani, oggi presso la sede dell'OPI spezzino è stato organizzato un evento (accreditato nel programma nazionale di Educazione Continua in Medicina) completamente dedicato al fenomeno della violenza e delle aggressioni ai sanitari, purtroppo in crescita negli ultimi anni.

Un evento di formazione pensato per analizzare la situazione e per parlarne, fra gli altri,anche con Cittadinanzattiva ( nella persona dello storico referente Rino Tortorelli).
Perché è necessario affrontare il fenomeno da più punti di osservazione, per cercare di contenerlo al massimo.

Dai dati analizzati (forniti anche dal Ministero della Salute, che ha prodotto al riguardo già nel 2008 una Raccomandazione specifica) è emerso come moltissime situazioni di aggressione al personale non vengano neppure denunciate, anche quando esiste una apposita modulistica aziendale, e come spesso le aggressioni verbali non siano considerate così gravi: mentre invece sono da considerare, a ogni effetto, parte concreta del problema aggressioni.

Le cause riconoscono molteplici fattori, secondo le ricerche e le evidenze, principalmente legati alla situazione contingente ed al contesto organizzativo; alla inadeguata dotazione del personale e dei materiali; alla cattiva comunicazione ed a comportamenti, in alcuni casi, che possono favorire (mai giustificare, evidentemente) reazioni scomposte e anomale.

Tra le soluzioni per il contenimento delle aggressioni c'è, naturalmente, anche la formazione dei professionisti, diretta sul piano della consapevolezza del rischio e delle strategie di ''raffreddamento'' delle criticità. Un tema che all'OPI spezzino è caro, considerando che per primo sul territorio, grazie alla collaborazione con la Asd Krav Maga di Davide Carosa, collega savonese, ha proposto eventi specifici già nel 2016,eventi poi ripresi anche dalla ASL 5.

La prossima occasione di formazione accreditata, da parte di OPI La Spezia, sarà il 18 maggio con un incontro molto pratico, che vedrà la gestione guidata del paziente chirurgico, presente in sede sotto forma di un moderno robot, con un software appositamente concepito per simulare (ed indirizzare) alcune attività tecnico- assistenziali, come la gestione dell'emergenza emorragica o il posizionamento di un sondino naso- gastrico.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
OPI Ordine Infermieri La Spezia

Via Paolo Emilio Taviani, 52
19125 La Spezia

Tel. 0187/575177

Email: segreteria@opi.laspezia.it

 

 

Ultimi da OPI Ordine Infermieri La Spezia

Non si deve in alcun modo abbassare la guardia ma, dove è possibile, appare necessario "tirare il fiato". Leggi tutto
OPI Ordine Infermieri La Spezia
Infermiere molto conosciuto alla comunità professionale e sanitaria locale. Leggi tutto
OPI Ordine Infermieri La Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa